Juke, ora va anche a Gpl

Juke, ora va anche a Gpl

Prezzi da 16.650 euro per la versione Bi-Fuel

Dopo il rinnovamento stilistico, che include la possibilità di personalizzazione con elementi di carrozzeria di vari colori, e l’arricchimento tecnologico che hanno contraddistinto il recente restyling di Juke, il crossover compatto di Nissan vede la gamma arricchirsi della motorizzazione 1.6l 115 cv con doppia alimentazione benzina-GPL.
Nuovo Juke adotta un sistema ad iniezione sequenziale fasata in fase gassosa, che consente una corretta gestione dell’alimentazione del motore, garantendo il controllo delle emissioni ed ottimizzando i consumi in ogni condizione di utilizzo. Il serbatoio GPL ha una capacità di 44 litri ed è collocato nella parte inferiore del bagagliaio, al posto del pneumatico di scorta.

Come funziona
Il passaggio dall’alimentazione a benzina a quella a GPL avviene attraverso un commutatore posizionato a sinistra del cruscotto. Il commutatore presenta una serie di LED luminosi: P 4 LED inferiori che indicano il livello del gas nel serbatoio:; P 1 LED superiore rosso o verde che indica, rispettivamente, il funzionamento a benzina o GPL . Azionando il pulsante centrale, è possibile comandare l’azionamento dell’impianto GPL in marcia o da fermo secondo le indicazioni riportate nel libretto di garanzia GPL fornito con la vettura.
Se il motore viene spento quando è alimentato a benzina, all’avviamento successivo si accenderà con la medesima alimentazione, mentre se viene spento con alimentazione a GPL l’accensione successiva avverrà inizialmente a benzina, per passare a GPL quando il motore raggiunge la temperatura d’esercizio e previo colpo di acceleratore. Il commutatore è dotato di cicalino sonoro per avvisare del passaggio a benzina quando termina il GPL. Come per Micra e Note, l’impianto GPL del nuovo JUKE è totalmente integrato nel sistema di controllo principale del veicolo e con i suoi dispositivi, come ad esempio il GSI (indicatore cambio marcia).

A gas per 450 chilometri
Il serbatoio del Nuovo Juke GPL può essere riempito, al massimo, fino all’80% della sua capacità. Considerando il consumo medio nel ciclo combinato pari a 7,6 l/100 km, garantirà un’autonomia a GPL di circa 451 km. Al volante del nuovo Juke bi-fuel si potranno percorrere circa 1.244 km (ciclo combinato) senza mai fermarsi riempiendo entrambi i serbatoi (benzina da 46 L e GPL). Per il rifornimento del GPL, verrà fornito di serie il riduttore necessario a collegare la presa di carica del serbatoio con l’erogatore. Le versioni GPL del nuovo Juke godono della garanzia ufficiale Nissan di 3 anni o 100.000 km. L’intervallo di manutenzione previsto è quello della corrispondente versione a benzina (30.000 km/12 mesi) senza alcun tagliando intermedio. Sono previsti pochi controlli specifici ai componenti dell’impianto GPL (serraggio delle tubazioni e sostituzione dei filtri GPL).

Il GPL sarà disponibile sulle versioni Visia e Acenta base, con Color Pack Interior, Color Pack Full (Cerchi da 18” con inserti colorati + perso esterne + perso interne) e Nissan Connect a prezi da 16.650 euro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA