Rally di Como bollente  Deciderà il Tricolore WRC
Cernobbio presentazione Rally Como (Foto by selva selva)

Rally di Como bollente

Deciderà il Tricolore WRC

Albertini, Sossella e Fontana in lotta per il titolo nella corsa in programma il 19 e 20 ottobre presentata ieri

Sarà un rally elettrico. Per questioni di classifica. L’edizione numero 37 del Rally di Como, in programma nel fine settimane del 19-20 ottobre, deciderà chi tra Albertini, Sossella e Fontana (pilota di casa) si aggiudicherà il titolo italiano WRC.

A due giorni dalla chiusura dell’elenco, sono 70 gli iscritti al 37° Rally Trofeo Aci Como e 12 al secondo Rally Storico, in programma dal 18 al 20 ottobre prossimi.

Le prove speciali del Triangolo Lariano sono da ripetere due volte. La Nesso-Veleso- Zelbio 1 e 3 di 4.70 km., tutta asfalto, in salita. E’ una prova corta, su un tracciato assai guidato intervallato da tratti veloci e tornanti che interrompono il ritmo. La P.S 2 e 4 del Ghisallo è di 10. 94 km. Parte dalla Madonna del Ghisallo, in salita al Piano Rancio per poi scendere ai Mulini del Perlo di Bellagio.

Decisive, comunque, quelle di sabato 20. La 5-7-9 dell’ Alpe Grande è breve. 8.86 km ma tosta. Parte da Casasco alla fine del bosco e prosegue tutta in salita, con alcuni dossi molto insidiasi. Passata la spettacolare inversione della “Bolla”, l’ultimo chilometro è in leggera discesa. La prova regina rimane la Val Cavargna 6-8 di 29.72 km. ed è sempre quella che decide le sorti del rally. E’ una prova molto tecnica,con cambiamenti di fondo stradale differenti ogni 4/5 chilometri, tra salite, falsi piani e discese. Con una interminabile sequenza di tornanti secchi e ravvicinati, termina all’abitato di Grandola ed Uniti. Il record appartiene a Sossella-Falzone in 20’09”8 con la Ford Fiesta Wrc l’anno scorso.

L’evento è stato presentato ieri alle autorità e alla stampa, nella sala Regina del Grand Hotel Villa d’Este. Il presidente dell’Aci Como, Enrico Gelpi ha salutato le autorità intervenute e i giornalisti, evidenziando che l’organizzazione dell’evento è possibile grazie alla condivisione delle istituzioni territoriali e delle forze dell’ordine ed ha raccomandato il rispetto di tutte le norme di sicurezza da parte del pubblico.

© RIPRODUZIONE RISERVATA