A scuola accompagnati dai volontari  Mariano, i migranti in prima fila
Una delle lezioni tenute dagli agenti della polizia locale ai migranti sull’accompagnamento degli alunni

A scuola accompagnati dai volontari

Mariano, i migranti in prima fila

Da lunedì 17 assisteranno al lavoro svolto da nonni, ex carabinieri e Protezione civile. Poi dal 24 settembre entreranno effettivamente in servizio davanti agli istituti della città

Quando il Comune aveva lanciato l’appello per trovare nuovi volontari pronti a sorvegliare gli attraversamenti pedonali appena fuori le scuole medie ed elementari di Mariano, si aspettava tante adesioni.

Invece, la scorsa primavera, il sostegno più numeroso è arrivato dai venti migranti ospiti in città. Sono stati loro a permettere di rilanciare il servizio. E ora saranno sempre loro ad aiutare i nonni alpini, gli uomini della Protezione civile e i carabinieri in congedo, a far attraversare la strada ai giovani alunni, in tutta sicurezza.

I ragazzi così scenderanno in strada, ma non da soli. Dal 17 settembre e per i sei giorni consecutivi, infatti, i migranti prenderanno visione delle modalità in cui è strutturato il servizio.

Saranno accompagnati dai referenti delle proprie cooperative, la Migrazioni di Torino, la Nuova Idea onlus e la Simploke, onlus nata per volontà della Caritas diocesana. La settimana successiva, il 24 settembre, invece, i ragazzi affiancheranno chi già da anni porta avanti il servizio, non solo nonni in pettorina, ma anche i vigili, per poter arrivare a lavorare in autonomia dal primo ottobre.

© RIPRODUZIONE RISERVATA