Anziano di Bregnano  colpito da legionella
Il condominio di via Italia Libera dove si è verificato il caso di legionella

Anziano di Bregnano

colpito da legionella

È ricoverato all’ospedale di Cantù. Il Comune rassicura: «Caso circoscritto, non ci sono rischi per i cittadini»

Legionellosi, un caso a Bregnano. Le autorità sanitarie e comunali, premettendo anzitutto che non esistono allarmi per la popolazione, hanno individuato una persona che ha contratto il pericoloso batterio: è un anziano residente nel grande condominio di via Italia Libera 15, proprio di fronte all’assicuratore, in centro paese.

Questo pensionato si è presentato il 25 luglio al pronto soccorso di Cantù per una polmonite. L’Asst-Lariana fa sapere che per prassi, non conoscendo la causa del malanno, vengono effettuati degli esami di rito tra i quali figura anche un controllo sulla temuta legionella.

Dato il risultato positivo come da protocollo l’ospedale ha informato l’Ats Insubria, l’ente responsabile della prevenzione quindi ha contattato il Comune di Bregnano per predisporre una rapida bonifica delle tubature, dei sanitari e dell’impianto di condizionamento.

«Si ordina all’amministratore del condominio – così si legge nell’atto firmato dal Comune il 17 agosto – di attuare le linee guida per la prevenzione e il controllo della legionellosi.

Debellare il batterio

Occorre usare acqua molto calda, tra i 70 e gli 80 gradi, per tre giorni, facendo scorrere l’acqua per mezz’ora. Il batterio, secondo fonti comunali, sarebbe stato ritrovato nel soffione della doccia e nel lavello della cucina. Non è stata rilevata acqua in entrata dal condominio, che ha un proprio impianto centralizzato, verso la rete pubblica, il problema è quindi circoscritto. I t

© RIPRODUZIONE RISERVATA