Cantù, associazione anziani in lutto
Morto l’ex presidente Costantino

Scomparso a 82 anni, aveva perso la moglie Maria tre mesi fa. Impegnato nel volontariato in città. I funerali martedì alle 15 a Vighizzolo

Cantù, associazione anziani in lutto Morto l’ex presidente Costantino
Maria Barca, deceduta a 80anni tre mesi fa dopo 54 anni di matrimonio, con il marito, il maresciallo Francesco Costantino, 82.

Ha lottato finché ha potuto per restare attaccato alla vita. Ma quando Francesco Costantino ha capito che il tempo della lotta era finito si è addormentato sereno, perché avrebbe riabbracciato la sua Maria , persa solo tre mesi fa dopo 54 anni insieme.

Se n’è andato il maresciallo Costantino, in città da una ventina d’anni, ma presto aveva imparato ad amare Cantù e si era speso con generosità nel volontariato.

In particolare, è stato a lungo il presidente dell’associazione Anziani e Pensionati, cominciando per primo a celebrare la Festa dei Nonni. Nato in Sicilia, a Barcellona Pozzo di Gotto, nel marzo del 1939, quindi avrebbe compiuto in primavera 83 anni.

In settembre aveva dovuto dire addio alla moglie, Maria Barca , di 80 anni, che gli era stata accanto per una vita intera, seguendolo tra le caserme in giro per l’Italia e sostenendolo sempre. A 17 anni Costantino si era arruolato nei carabinieri, frequentando il corso ufficiali a Firenze, dove visse in prima persona l’alluvione della città del 1966. Nel 1970 si trasferì a Como, poi, a Gioiella, in provincia di Perugia. Nel 1986 il passaggio in Toscana, a Pontremoli, come comandante del nucleo operativo, e infine nel 1993 concluse la carriera nel Varesotto, a Gavirate, come comandante di stazione. La figlia Daniela si era sposata a Cantù, e qui già vivevano i suoi fratelli, i parenti, quindi anche lui, in pensione nel 2000, prese casa in città.

«Dopo avere lasciato i carabinieri – dice Daniela Costantino – ha dovuto trovarsi un’altra famiglia.Non riusciva a stare fermo, quindi si è dedicato da subito al volontariato, alla Caritas fino a due anni fa, quando la malattia di mamma l’ha costretto ad abbandonare». E poi all’Associazione Anziani e Pensionati, come presidente per 16 anni. «Era difficile non volergli bene – prosegue – anche se aveva mantenuto il suo fare da comandante».

Una lunga collaborazione con il Comune e le associazioni, a partire dall’Associazione Nazionale Carabinieri. La soddisfazione grande, nel 2017, quando era stato insignito del titolo di Cavaliere Ufficiale della Repubblica Italiana a Como, nel 2017. «Una settimana fa – racconta commossa la figlia – mi aveva dettato lui stesso il suo necrologio. Ha lottato fino alla fine, ma quando ha capito che il suo corpo era ormai troppo debilitato mi ha detto “andrò a mangiare il panettone con la mia Maria”».

Il funerale di Costantino verrà celebrato martedì 4 gennaio alle 15 nella chiesa parrocchiale di Vighizzolo.
Silvia Cattaneo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True