Cantù, batte la testa in piscina  Paura per un ragazzo: sta bene
CANTU’ - Secondo allarme in piscina in una settimana. Sul posto i Carabinieri di Cantù e il 118

Cantù, batte la testa in piscina

Paura per un ragazzo: sta bene

È scivolato e ha battuto la testa sullo scivolo, poi è finito sott’acqua. Soccorso e rianimato subito, poi il trasporto precauzionale al Sant’Anna. Ha 17 anni ed è di Como

È scivolato e ha battuto la testa prima di entrare in piscina, dove poi è finito sott’acqua. Per fortuna gli amici che erano con lui sono subito intervenuti, così come il personale della piscina, evitando il peggio per un ragazzo di 17 anni di Como. Per la seconda volta in pochi giorni gli assistenti di vasca di Sport Management, la società veronese che gestisce l’impianto comunale, sono stati chiamati a prestare soccorso con tempestività a un bagnante in difficoltà.

Lunedì scorso aveva tenuto con il fiato sospeso tutta la città il bambino di nove anni che ha rischiato di annegare nella piscina comunale di via Papa Giovanni XXIII, dove si trovava l’oratorio estivo. Ieri, una settimana esatta dopo, è toccato a un ragazzo un po’ più grande, di 17 anni. L’allarme è scattato attorno alle 17. Un pomeriggio di gran caldo, di scuole chiuse e pieno clima di vacanza. Il giovane, di Como, si trovava con alcuni amici nella struttura canturina, per trascorrere qualche ora di divertimento tra tuffi e sole. Il diciassettenne è stato trasportato in codice giallo all’ospedale Sant’Anna di Como, dove è stato trattenuto per precauzione e sottoposto ad alcuni controlli.

Il servizio su “La Provincia” di martedì 25 giugno 2019


© RIPRODUZIONE RISERVATA