Cantù, boccone velenoso al cane  Entrano in casa e rubano gli ori

Cantù, boccone velenoso al cane

Entrano in casa e rubano gli ori

Nuovo allarme in via Selvaregina: si tratta dell’ottavo blitz dei ladri in poco tempo. Il furto è avvenuto attorno alle 18. Sospetti un’Astra bianca

Si sospetta che abbiano dato un boccone avvelenato al cane, poi sopravvissuto all’incursione, per poter entrare indisturbati nella casa con giardino di via Selvaregina a Cantù, forzare un ingresso e rubare parte dell’oro conservato nelle stanze: anelli, orecchini, braccialetti. Potrebbero essere stati i due ladri che, nei giorni scorsi, in zona, si erano già finti poliziotti.

Ora è caccia a una Opel Astra bianca, con due sospettati, uno di questi biondo, giovane: il presunto “palo” di colui che, l’altro pomeriggio, verso le 18, dopo aver visto uscire la famiglia per una commissione, è entrato nell’abitazione per mettere materialmente a segno un altro colpo, prima di fuggire.

In zona, potrebbe essere l’ottavo furto nell’arco di poco tempo. Si scopre che, nell’ultimo periodo, si è verificata un’altra effrazione, infatti, in una stradina laterale. Non solo: in un’azienda, viene riferito, è stato rubato del rame. A questo si dovrebbe aggiungere la doppia intrusione, l’altro giorno, nella casa di un anziano. E quindi, comprensibile l’apprensione, nella strada residenziale che collega Cantù a Senna, per furti che avvengono anche in pieno giorno, alla luce del sole.


© RIPRODUZIONE RISERVATA