Cantù, lutto per Mercurio Lombardo
L’imprenditore è morto a 50 anni

Malore fatale all’ ex titolare di “Superfici e Dintorni”. Amante delle due ruote, arrivò in Sicilia in bici. Lascia la moglie e due figli

Cantù, lutto per Mercurio Lombardo L’imprenditore è morto a 50 anni
Mercurio Lombardo. Cantù.
(Foto di Christian Galimberti)

Un’intelligenza viva, venature geniali, la passione per la cultura e anche per la bicicletta, che l’aveva portato a raggiungere la sua Sicilia su due ruote. Manca a tanti Mercurio Lombardo, 50 anni, morto per un malore. In queste ore, si attende il nullaosta - successivo all’autopsia - per i funerali, che potrebbero già svolgersi nella giornata di domani. Lascia moglie e due figli. Noto in città nel settore dell’edilizia, con la sua “Superfici e Dintorni”, in questi ultimi anni aveva Mercurio aveva messo da parte la sua vita di imprenditore e si era dedicato a L’operAmmare di Montallegro, in Sicilia, un’associazione culturale con l’obiettivo di promuovere e valorizzare il territorio e le sue eccellenze enogastronomiche e culturali.

«Aveva inseguito il suo sogno di stare tra gli ulivi, ma faceva ancora spesso avanti e indietro tra la Sicilia e Cantù - lo ricorda, tra gli amici, Costantino Arpini - Insieme abbiamo condiviso tanto tempo insieme. Va ricordato in modo autentico, lo conoscevano tutti per la sua vitalità, per la sua simpatia, per la sua allegria. Era un uomo buono, non ricordo di lui una sola cosa negativa».

«Ciao amico mio - dice Michele Montalbano - vedrai ci rincontreremo un giorno e riprenderemo tutto da dove ci siamo salutati. Ti voglio bene». «Lui era il genio, il vulcano fatto persona - dice Simone Rubbo - Una persona splendida, aveva una sensibilità sopraffina, era veramente una persona buona, straordinaria, un amico che non si trova più. Ho perso una persona a me vicinissima. Tra noi c’è stata un’amicizia empatica, fortissima, ci si sentiva tutti i giorni. Sono andato a trovarlo, su L’operAmmare aveva tante idee, è riuscito a creare eventi in un parcheggio, quando nessuno avrebbe pensato al connubio tra un parcheggio e la cultura. Molto intelligente, leggeva tantissimo, gli piaceva documentarsi».

«Una persona brillante, simpatica - dice Pietro Troiano - Mi hanno avvisato di quanto accaduto e mi è spiaciuto tantissimo. Era un imprenditore molto quotato. E lui era simpatico, cordiale, con tanti amici». «Ho avuto modo di conoscerti solo per poco tempo, ma non dimenticherò mai il tuo sorriso e il personaggio particolare che tu rappresentavi - Anthony Lauricella, dalla Sicilia - Riposa in pace caro Mercurio».

C. Gal.
@Riproduzione riservata

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True