Cantù, piscina e spogliatoi al freddo  «Adesso basta, è una vera vergogna»
La vasca interna della piscina di Cantù, gestita dalla società Sport Management

Cantù, piscina e spogliatoi al freddo

«Adesso basta, è una vera vergogna»

A sollevare il caso, confermato da altri genitori, la mamma di una ragazza disabile

Freddo negli ambienti, in particolar modo, negli spogliatoi. A partire dai più particolari, quelli messi a servizio dei disabili. Per qualcuno: fredda anche l’acqua della piscina, se paragonata ad altri impianti. Alcuni utenti danno segnali di disaffezione.

E, di nuovo, arriva un’altra serie di segnalazioni sulla piscina comunale di via Giovanni XXIII, da qualche anno in concessione a Sport Management. La società riferisce di come la temperatura dell’acqua sia assolutamente a norma. Mentre per gli ambienti verranno svolte delle verifiche. Previsti alcuni lavori a fine mese. A beneficio della generale qualità dell’impianto. Ma, intanto, alcuni utenti non esitano a riferire la propria esperienza, non propriamente positiva, con la piscina di Cantù.

«Sono la mamma di una ragazza disabile - riferisce Tiziana Gazzola - Sono in piscina con lei. Devo purtroppo riscontrare dei problemi nel servizio che viene offerto. In particolare: negli spogliatoi della piscina di Cantù, dove fa freddo. Molto freddo. Nei bagni dei nostri spogliatoi, dedicati ai disabili, fa ancora più freddo. Purtroppo, non è un problema solo di questa stagione. Non va bene».

Come comunica l’ufficio stampa di Sport Management, la temperatura della vasca rispecchia i parametri. Sugli altri aspetti saranno effettuati delle verifiche, per capire cosa possa essere successo, in particolar modo, per quanto riguarda le temperature degli ambienti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA