Cantù, volontari in rete per gli aiuti   E da oggi via ai buoni spesa
Il centro di coordinamento della Protezione civile canturina

Cantù, volontari in rete per gli aiuti

E da oggi via ai buoni spesa

L’associazione Incontri, Protezione civile, Caritas, Canturina Servizi e Cri si coordinano. Intanto da oggi chi è in difficoltà potrà fare domanda sito del Comune

Consegna di pacchi di viveri a chi si trovi in difficoltà, consegna di spesa e medicinali a persone anziane e in quarantena, fino a quella di indumenti di ricambio ai ricoverati. La rete di aiuti ai cittadini creata per rispondere all’emergenza coronavirus su fa sempre più vasta, tanto da coprire ormai tutte le esigenze emerse a Cantù.

E da oggi, venerdì 3 aprile a Cantù, uno dei primi Comuni del Comasco, sarà possibile presentare domanda per gli interventi di solidarietà alimentare scaricando, compilando e firmando il modello di autocertificazione disponibile sul sito istituzionale ww.comune.cantu.co.it.

Il modulo dovrà essere inviato all’indirizzo e-mail [email protected] per ottenere il buono per fare la spesa e l’erogazione potrà avvenire a seguito di una valutazione da parte dell’Ufficio Servizi Sociali del Comune, realizzata attraverso un colloquio telefonico. Per info 031.717.416.

Il settore sociale, guidato dall’assessore Isabella Girgi, in queste settimane ha cercato di intercettare tutte le necessità legate alla gestione dell’emergenza e nel corso dell’ultima seduta di giunta è stato sottoscritto un accordo di collaborazione tra il Comune, l’Associazione Incontri che gestisce la mensa di solidarietà, la Protezione civile di Cantù, la Croce Rossa Italiana, il Centro di Ascolto Caritas di Cantù e Canturina Servizi Territoriali per l’avvio di tre servizi sperimentali connessi all’emergenza sanitaria da Covid-19.

Ovvero la consegna di pacchi di viveri freschi e secchi a persone anziane, disabili e famiglie già in carico al servizio sociale e poi la consegna a domicilio per persone in quarantena o anziani e disabili privi di reti familiari della spesa e dei farmaci.

L’associazione Incontri si è resa disponibile a curare lo stoccaggio giornaliero di alimenti freschi in scadenza donati dai supermercati cittadini, mentre i Servizi Sociali ridisegnano la mappatura aggiornata delle persone in situazione di necessità. La Cri e la Protezione Civile provvedono al ritiro del fresco, mentre la Cri e i volontari dell’Associazione Incontri provvedono alla preparazione dei pacchi di alimenti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA