Choc a Capiago,  sindaco con il Daspo  «Non ho fatto nulla»
Il sindaco Emanuele Cappelletti l’altra sera in consiglio comunale

Choc a Capiago,
sindaco con il Daspo

«Non ho fatto nulla»

L’accusa dell’ex primo cittadino Vergani durante il primo consiglio comunale. Cappelletti si difende: «Non c’entro con la partita del Como»

l nuovo sindaco di Capiago Intimiano Emanuele Cappelletti è stato raggiunto da un provvedimento daspo, il divieto di accedere alle manifestazioni sportive, nel suo caso per un anno. Cappelletti è uno storico tifoso del Como e il provvedimento - notificato nel mese di febbraio - si riferisce a quanto accaduto il 9 dicembre scorso a Sondrio, mentre si giocava Sondrio-Como. Un episodio accaduto all’esterno dello stadio, nel parcheggio. La notizia è stata riferita in consiglio comunale dall’ex sindaco Vergani e Cappelletti si è detto estraneo: «Ho acceso due “fontanelle” natalizie nel parcheggio per far divertire i miei due bambini mentre ero in gita in Valtellina, la partita del Como non c’entra assolutamente niente».

Cappelletti non ha intenzione di dimettersi («Non ci sono problemi di incompatibilità») e ha già presentato ricorso al Tar.


© RIPRODUZIONE RISERVATA