Coronavirus, tamponi “drive in” a Erba
Iniziati gli accertamenti a Lariosoccorso

Da 27 aprile da lunedì a sabato dalle 9 alle 18 per due mesi ma solo a seguito di specifica richiesta dei medici di base. Respinto chi si presenta spontaneamente

Coronavirus, tamponi “drive in” a Erba Iniziati gli accertamenti a Lariosoccorso
Il primo tampone di lunedì 27 aprile 2020 davanti alla sede di Lariosoccorso
(Foto di Fotoservizio Bartesaghi)

I tamponi organizzati da Ats Insubria sul modello “drive in” sono regolarmente iniziati lunedì 27 aprile nel piazzale della sede di Lariosoccorso a Erba. Può presentarsi solo chi ha ottenuto una specifica richiesta del medico curante (malati, familiari, persone che in qualche modo sono a rischio o entrati in contatti con contagiati).

Il test sarà effettuato per due mesi tutti i giorni dal lunedì al sabato dalle 9 alle 18. A Erba arriveranno anche le persone dell’area di Cantù che necessitano di essere sottoposte a tampone. Saranno respinte tutte le persone che si presentano in via Trieste a Erba (sede del centro polifunzionale di emergenza che tra l’altro ospita anche il quartier generale di Lariosoccorso) senza specifica prenotazione del medico curante. Una volta a regime, Ats Insubria conta di effettuare un centinaio di test al giorno. Il test sul modello “drive in” è detto così perché le persone che si devono sottoporre a tampone non scendono neppure dall’auto: basterà abbassare il finestrino e un operatore rileverà i valori. Una operazione di pochi secondi al termine della quale le persone potranno tornare a casa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

{# #}