Discarica, anche l’Ats conferma  «Niente rischio diossina a Mariano»
L’incendio della discarica dello scorso 25 marzo

Discarica, anche l’Ats conferma

«Niente rischio diossina a Mariano»

I tecnici sanitari concordano sulle valutazioni dei dati dell’Arpa: «Il picco dell’incendio non ha causato un accumulo nocivo per la salute»

«Considerato che la tossicità delle diossine è correlata alle dosi di accumulo, non si ritiene possano ravvisarsi impatti significativi per la salute». Questo il commento degli esperti del Dipartimento di Igiene e Prevenzione Sanitaria di ATS Insubria, alla relazione rilasciata nei giorni scorsi dall’Arpa, sui campionamenti effettuati sulla qualità dell’aria a Mariano, il giorno dell’incendio alla discarica e nelle 48 ore successive.

Il personale dell’Ats era intervenuto sul posto «a seguito di attivazione da parte della sala operativa della Protezione civile della Regione Lombardia per un incendio verificatesi nelle prime ore del pomeriggio del 25 marzo nella discarica di trattamento di rifiuti non pericolosi sita a Mariano in Via Radizzone», come si legge nel comunicato.

Adesso ecco il “verdetto” tranquillizzante per la popolazione marianese e dei comuni vicini, messi in allarme da parole come “picco di concentrazione” e “diossina”. «I campionamenti effettuati nell’immediato da Arpa in prossimità del sito dell’incidente e nel perimetro abitato, non hanno evidenziato risultati significativi per presenza di inquinanti tossici»scrivono gli esperti dell’Ats Insubria.


© RIPRODUZIONE RISERVATA