Due supermercati alle porte della città  I centri commerciali salgono a quota 20
La nuova struttura della Coop su via Cecilio con la posa delle travi portanti (Foto by butti)

Due supermercati alle porte della città

I centri commerciali salgono a quota 20

Partiti i lavori per la nuova Coop all’ex Sca - Punto vendita da 1500 mq accanto a quello storico - Sempre in via Cecilio cantiere all’ex Mesa: in arrivo Lidl

Due nuovi supermercati alle porte di Como, più precisamente in via Cecilio che porteranno a quota venti i punti vendita nel capoluogo ( a Cantù, per fare un esempio, con la metà degli abitanti, hanno già raggiunto i 16 negozi).

Sull’area dell’ex concessionaria Sca (ad eccezione della palazzina uffici) sono già partiti i lavori per la realizzazione della nuova Coop: sono già state posate le travi portanti e una prima parte della copertura. Il progetto prevede la costruzione di una superficie di vendita di 1500 metri quadrati e fino all’apertura (il programma prevede il 2020, ma è probabile che Coop voglia essere pronta prima di Natale) continuerà a funzionare lo storico punto vendita di via Giussani. I proprietari non hanno alcun obbligo di chiuderlo e non si può nemmeno escludere che possano decidere di affittare provvisoriamente gli spazi o attivare un secondo negozio, sempre della galassia Coop. Non è però un mistero che l’obiettivo a lungo termine di Coop è quella di arrivare alla realizzazione di un centro commerciale unendo i due punti vendita, ma le procedure sono tutt’altro che semplici. Se l’autorizzazione ottenuta da Palazzo Cernezzi ha consentito l’avvio dei lavori nell’area affacciata su via Cecilio, l’iter per arrivare a un centro commerciale è decisamente più lungo. È infatti richiesto, oltre alla parte burocratica (che comprende anche la Regione) un doppio passaggio in consiglio comunale.

Restando sempre sull’asse di via Cecilio, qualche centinaia di metri più avanti, è stata spianata l’area subito dopo via Di Vittorio e ripulita la ex Mesa, dove da anni ci sono i vecchi scheletri di condomini mai realizzati. I via libera definitivi per entrambe le aree arriveranno questa sera dalla giunta comunale, alla quale l’assessore all’Urbanistica Marco Butti sottoporrà i progetti.

Nel dettaglio a dicembre è stato decaduto il piano di intervento previsto nel 2001 sull’ex Mesa del quale restano solo alcuni scheletri ( a causa del fallimento della cooperativa che avrebbe dovuto realizzare le residenze) e ad occuparsi della riqualificazione sarà l’Aler, che ha già presentato il progetto per la realizzazione dei 36 alloggi previsti in regime di edilizia convenzionata. Nello spazio attiguo partirà invece nelle prossime settimane il cantiere per la costruzione di un discount, molto probabilmente a marchio Lidl che potrebbe aprire nell’arco di pochi mesi trattandosi di strutture in gran parte prefabbricate. Contestualmente alla realizzazione del supermercato il privato dovrà realizzare anche interventi viabilistici con la costruzione di una rotatoria proprio di fronte a via Di Vittorio.

Ultimo tassello che arriverà sulla stessa strada è Decathlon, che realizzerà il punto vendita sull’ex Como Gros. I lavori dovrebbero partire a cavallo dell’estate con l’obiettivo di arrivare all’apertura del maxi store di articoli sportivi per il febbraio del 2020. Prevista la realizzazione di una seconda rotatoria, a metà di via Cecilio, per consentire l’ingresso e l’uscita dal punto vendita oltre a una serie di interventi sulla viabilità interna.


© RIPRODUZIONE RISERVATA