È ai domiciliari, va in piazza  Condannata per evasione
Un posto di blocco dei carabinieri di Appiano, compagnia di Cantù

È ai domiciliari, va in piazza

Condannata per evasione

Appiano, una donna di 37 anni

Era agli arresti domiciliari per un pestaggio e sequestro di persona, ma giovedì i militari l’hanno trovata in una piazza lontana dall’abitazione dove deve scontare tre anni e quattro mesi.

Per questo una donna di 37 anni è stata arrestata dai carabinieri della compagnia di Cantù con l’accusa di evasione. Così ieri per lei si sono di nuovo aperte le porte del Tribunale di Como dove è stata condannata ad altri 8 mesi con obbligo di firma giornaliero davanti alla polizia giudiziaria.

Perché le giustificazioni fornite dalla donna per motivare il suo allontanamento da casa non hanno retto il vaglio dei carabinieri che giovedì l’hanno notata in una piazza del Comune.

Fermata, la donna è stata quindi arrestata per evasione e, ieri, condannata ad altri 8 mesi di domiciliari che si aggiungono ai 3 anni e 4 mesi che aveva patteggiato per il feroce pestaggio e sequestro di un artigiano che temeva, insieme al marito e un’altra coppia, volesse truffarli nel settembre del 2019.

La vittima era stata così attirata in una trappola, salvo poi essere scaricata davanti al kartodromo di Montano Lucino. Proprio qui l’uomo era stato notato, tutto barcollante e pieno di sangue, prima di essere soccorso. Lo scorso febbraio per le due coppie si era quindi aperto il processo, concluso con il patteggiamento per la donna davanti al gup di Monza, competente territorialmente perché il sequestro di persona era avvenuto a Lentate sul Seveso.S. Rig.


© RIPRODUZIONE RISERVATA