Como, cambia la geografia politica  Lega primo partito, M5S secondo  Il Centrodestra vince tutte le sfide  Cinque Stelle trionfano in Italia  Ha votato il 77% dei comaschi   Spoglio a rilento Seguilo QUI

Como, cambia la geografia politica

Lega primo partito, M5S secondo

Il Centrodestra vince tutte le sfide

Cinque Stelle trionfano in Italia

Ha votato il 77% dei comaschi

Spoglio a rilento Seguilo QUI

Le proiezioni sulle regionali dicono: Fontana nuovo presidente, ma lo spoglio inizia alle 14

Il centrodestra vince tutte le sfide in provincia di Como e la Lega fa il pieno di voti soprattutto sul lago e in Brianza. Male, anzi malissimo il centrosinistra. Praticamente insignificante il risultato da un lato dell’estrema destra, dall’altro dell’estrema sinistra.

In sintesi, e in attesa dei dati definitivi che tardano ad arrivare è questo il risultato delle elezioni in provincia di Como. La Lega diventa il primo partito con il 32% , Cinque Stelle attorno al 22%, Pd al 20%, Forza Italia al 15%, Fd al 4% e LeU all’1,9%. Questi i dati parziali sull’uninominale. Nessun dubbio sull’elezione al Parlamento di Licia Ronzulli, Nicola Molteni, Laura Ravetto, Erica Rivolta ovvero i candidati nei collegi uninominali di Camera e Senato per il Centrodestra. Ma si prospetta un pieno di eletti anche per quanto riguarda i candidati dei collegi uninominali.

A livello nazionale è il Movimento 5 stelle il vincitore indiscusso delle elezioni politiche 2018 con il 31% dei voti, mentre il centrodestra conquista la posizione di prima coalizione con il 37%. Ma la maggioranza non va a nessuno.

Il verdetto che viene fuori dallo spoglio dei seggi è netto: trionfa il Movimento 5 stelle, ma festeggia anche la Lega, che supera il 17,6% e sorpassa Forza Italia, ferma intorno al 15%. Grande sconfitto è il Partito Democratico, che si attesta intorno al 20%. E con queste cifre, non gli basterebbe neanche una “larga intesa” con Fi per poter dare vita a una maggioranza. A votare, al contrario di quanto si temeva alla vigilia, sono stati in tanti: l’affluenza definitiva è stata del 73% contro il 75,27% del 2013, quando però si è votato in due giornate.

Alta l’affluenza alle urne anche sul Lario: ha votato il 77% dei comaschi, un dato in linea con quello di cinque anni fa e superiore rispetto a quello del Referendum Costituzionale del 2016.

Una giornata elettorale faticosa con moltissimi seggi messi a dura prova soprattutto a causa del tagliando antifrode, novità di quest’anno sulle schede elettorali. In diverse sezioni si sono segnalate code anche di un’ora e mezza per poter votare. E pure lo spoglio è stato faticosissimo, con i dati che sono arrivati con il contagocce. Alcune sezioni sono andate letteralmente in crisi: è il caso di una sezione di Monte Olimpino, che ha iniziato a estrarre le schede dalle urne alle due e mezza del mattino.

Sul fronte delle elezioni regionali lo spoglio inizia questo pomeriggio alle 14, ma già i primi exit poll danno il candidato del centrodestra Fontana vincitore.

Lo spoglio in diretta QUI

Ore 2.30: Senato, 71 sez. su 535

Ore 2.21: Camera, primi dati

Tre ore dopo la chiusura dei seggi, finalmente i primi dati ufficiosi sul proporzionale alla Camera

Ore 2.15: Uninominale Senato Cantù - 43 sez. su 491

Ore 2.12: Proporzionale Senato - 61 sez. su 535

Ore 1.59: Proporzionale Senato - 52 sez. su 535

Ore 1.50: Proporzionale Senato - 44 sez. su 535

Ore 1.46: uninominale Senato Cantù - 25 sez. su 491

Ore 1.42: senato 42 sez. su 535

Ore 1.35: senato 36 sez. su 535

Ore 1.22: Senato 24 sez. su 535

Ore 1.13: terza proiezione Tecné

In base alla terza proiezione realizzata da Tecné per Mediaset su un campione del 58%, al proporzionale per il Senato il M5s è il primo partito al 32,8%. Il Pd è al 18,7%, Lega al 16%, FI al 14,2%, Fratelli d’Italia al 4,0%, LeU al 3,6%, +Europa al 2,4%, Noi con l’Italia al 1,2%. Al maggioritario centrodestra al 35,4%, M5s al 32,8%, centrosinistra al 22,6%, LeU al 3,6%.

Ore 1.07: Proporzionale Senato, 15 sez. su 535

Ore 1.02: Uninominale Cantù: 5 sezioni scrutinate

Ore 00.59: 9 sezioni scrutinate

Ore 00.50: 5 sezioni scrutinate

Ore 00.36: seconda proiezione La7

Nella seconda proiezione Swg per La7 al proporzionale per il Senato M5s è il primo partito al 33,6%. Il Pd è al 18,3%, Lega al 17,4%, Fi al 14,1%, Fratelli d’Italia al 4,0%, Leu al 3,3%, +Europa al 2,3%, Noi con l’Italia al 1,0%, Insieme 0,8%, Civica Popolare 0,6%.

Ore 00.33: Breccia, sezione 57

Lega Nord 99

Pd 82

Cinquestelle 81

Forza Italia 75

Fratelli d’Italia 17

Leu 12

+Europa 10

Ore 00.20: PRIMO DATO DA COMO - Via Sinigaglia

I voti alla sezione 5 di via Sinigaglia (senato):

Pd 158

+Europa 39

Leu 29

Lega 105

Forza Italia 104

Fratelli d’Italia 46

Cinquestelle 120

Ore 00.15: Ancora non definitivo il dato delle elezioni

Dopo un’ora e un quarto ancora il dato dell’affluenza non è definitivo: in 112 comuni su 149 hanno votato il 77,6% degli aventi diritto al voto

Ore 24: prima proiezione al Senato

Prima proiezione su dati reali de La7: i Cinquestelle oltre il 33%, Lega oltre il 17%, Pd al 18%

Ore 23.55: caos ai seggi

Si dovrà aspettare parecchio per i dati elettorali. In via XX Settembre a Como - tanto per fare un esempio - in due sezioni tutto bloccato perché non tornano i conti delle schede, una sezione non ha ancora iniziato lo spoglio. Scrutinio al via soltanto in un seggio

Ore 23.52: exit poll, non c’è maggioranza alla Camera

Secondo il primo exit poll del Consorzio Opinio Italia per la Rai alla Camera la coalizione di centrodestra avrebbe tra 225 e 265 seggi, l’M5s tra 195 e 235 mentre la coalizione di centro sinistra tra 115 e 155. A Leu andrebbero 12-20 seggi e agli altri 6-8.

Ore 23.48: scrutinio estremamente al rilento

Dai seggi arrivano notizie di difficoltà nello spoglio: lo scrutinio procede molto a rilento

Ore 23.45: maggiore l’affluenza alle Politiche rispetto alle Regionali

I dati dell’affluenza in provincia di Como, il dato si riferisce a 90 Comuni su 149, segnala una differenza del 5% tra Politiche e Regionali

Ore 23.38: affluenza al rilento

A quasi 40 minuti dalla chiusura delle urne, è arrivata l’affluenza di appena 70 Comuni su 149. Il dato provvisorio è del 78%

Ore 23.30: secondo exit poll, Cinquestelle primo partito oltre il 30%

In base al secondo Exit poll Opinio-Rai alla Camera il M5s è il primo partico con il 29,5-32,5%. Il Partito Democratico è al 20-23%, Fi al 12,5-15,5%, la Lega al 13-16%, Fdi al 3,5-5,5%, Leu al 3-5, +Europa Bonino al 2-4, Noi con l’Italia-Udc 0,5-2,5%, Civica popolare Lorenzin al 0-2%, Italia Europa Insieme al 0-2%

Ore 23.25: problemi a Monte Olimpino

Incredibile ma vero: in una sezione di Monte Olimpino a quasi mezz’ora dalla chiusura delle urne si stanno ancora autenticando le schede

Ore 23.21: affluenza in 42 su 149 Comuni

77,5%

Ore 23.19: a Breccia affluenza molto bassa.

In due sezioni siamo al 61% e 63% e in una sezione si vota ancora

Ore 23.17: primo exit poll sulla Lombardia

Secondo il primo exit poll del Consorzio Opinio Italia per la Rai, alle regionali per la presidenza della Lombardia è in vantaggio Attilio Fontana (centrodestra) al 38-42%; Giorgio Gori (centrosinistra) è al 31-35%%. Dario Violi (M5s) è al 17-21%% e Onorio Rosati (Leu) al 2-4 %

Ore 23.15: a Montano Lucino si vota ancora

Ore 23: I primi exit poll

Secondo il primo exit poll del Consorzio Opinio Italia per la Rai al Senato la coalizione di centrodestra è avanti al 33,5-36,5%, l’M5s è il primo partito al 29-32 % mentre la coalizione di centrosinistra è al 25-28% e Leu è al 3-5%.

Secondo l’intention poll realizzato da Tecnè per Mediaset, al proporzionale per la Camera l’M5S è il primo partito al 29-33%. Il Pd è al 17,5-21,5%, FI al 12-16%, Lega al 12-16%, Leu al 3-5%, Fratelli d’Italia al 4-6%, Noi con l’Italia al 0,5-2,5%, +Europa al 2-4% e altri al 7-9%.

Primo exit poll di Quorum per SkyTg24: l’M5s è il primo partito al 30%, segue il Pd al 20,5%, poi Lega al 14,5% e Forza Italia a 14%.

Secondo il primo exit poll del consorzio Opinio-Italia per la Rai al Senato LIberi e Uguali è al 3-5% mentre +Europa Bonino è al 2,5-4,5%

Secondo l’istant poll realizzato da SWG per La 7 al proporzionale per la Camera l’M5s è il primo partito al 28,8-30,8%. Il Pd è al 21-23%, Fi al 13,5-15,5%, Lega al 12,3-14,3, Leu al 5,2-6,2%, Fratelli d’Italia al 4,4-5,4%, Noi con l’Italia al 1,8-2,4%, +Europa al 2,8-3,4%, Civica Popolare 0,4%-1%, Insieme 0,5-1,1%.

Secondo l’intention poll realizzato da Tecnè per Mediaset, al proporzionale per il Senato l’M5s è il primo partito al 28-32%. Il Pd è al 18-22%, FI al 12-16%, Lega al 12-16%, Leu al 3-5%, Fratelli d’Italia al 4-6%, Noi con l’Italia al 1-3%, +Europa al 2-4% e altri al 7-9%.

La cronaca della giornata

Urne chiuse, ma non ovunque. Alle 23 le operazioni di voto si sono ufficialmente concluse, ma in molti seggi della provincia di Como ancora ci sono elettori in coda e la chiusura delle sezioni slitta.

È stata una giornata difficile per gli elettori. Tutta colpa del tagliando antifrode e delle tre schede elettorali da compilare: nelle sezioni cittadine si sono formate code interminabili, in alcuni casi sono state segnalate attese anche di un’ora e mezza per poter votare. Migliaia di elettori sono stati costretti ad attendere i tempi lunghi richiesti non solo dall’espressione di voto su tre differenti schede, ma soprattutto dal nuovo tagliando antifrode che ha allungando i tempi normalmente previsti per il voto. Proprio per questo motivo alle 23 in diverse sezioni c’erano ancora elettori in attesa di esprimere il proprio consenso.

Da questo momento aggiorneremo in tempo reale tutti i risultati delle elezioni, con un occhio di riguardo per i dati comaschi

© RIPRODUZIONE RISERVATA