È morto al Niguarda  il giovane di Inverigo caduto in montagna
Lezzeno - Rifiugio Martina (dal sito internet dello stesso rifugio) - Zona dove è caduto un giovane di 27 anni di Inverigo

È morto al Niguarda

il giovane di Inverigo
caduto in montagna

L’incidente domenica pomeriggio nella zona del rifugio Martina di Lezzeno: il ragazzo, 27 anni, era finito in una scarpata dopo essere inciampato

Un ragazzo di 27 anni residente a Inverigo, Riccardo Rovelli, è deceduto domenica sera nel reparto di rianimazione dell’ospedale Niguarda di Milano, dove era stato portato in elicottero in seguito a un bruttissimo incidente avvenuto sui monti sopra Lezzeno.

Ancora frammentaria la ricostruzione dell’incidente, avvenuto poco dopo le 18. Il ragazzo si trovava in compagnia di un gruppo di amici - almeno una ventina - ed aveva raggiunto il rifugio Martina. Una località molto nota in zona, alla quale si accede anche dal San Primo attraverso un comodo sentiero. L’incidente è accaduto durante la discesa. Il giovane avrebbe perso l’equilibrio - ma potrebbe anche essere inciampato in un sasso o in una radice - rotolando in una scarpata.

Una caduta rovinosa anche per la presenza di numerosi sassi, sui quali il ragazzo avrebbe picchiato la testa. Le sue condizioni sono apparse immediatamente molto gravi. Gli amici, in preda al panico, hanno subito lanciato l’allarme al 118 che ha fatto decollare l’elisoccorso, proprio per raggiungere una zona particolarmente impervia per i mezzi tradizionali. Nel frattempo si è mossa anche una squadra della XIX Delegazione Lariana del Soccorso Alpino. Concitate le fasi dei soccorsi con i sanitari che hanno dovuto intubarlo per stabilizzarne le condizioni prima di portarlo all’ospedale Niguarda con l’elicottero. Trasporto avvenuto con il massimo dell’urgenza e dopo aver dovuto fronteggiare anche un arresto cardiocircolatorio. In serata, purtroppo, il decesso.


© RIPRODUZIONE RISERVATA