Gli Inquietude fuori da X Factor  Fatale la trasferta in Norvegia
Gli “Inquietude”: sfortunata la trasferta in Norvegia, che non gli ha permesso di approdare ai Live

Gli Inquietude fuori da X Factor

Fatale la trasferta in Norvegia

La band canturina non ha superato la tappa all’estero. Asia Argento: «Avete dato il massimo ma non basta per arrivare ai live»

Non c’è solo X Factor, nella vita. E, se non altro, gli Inquietude, la band arrivata nei primi cinque migliori gruppi dell’edizione 2018 del talent di Sky, è stata apprezzata per musica, qualità e arrangiamenti.

Non è bastato a superare lo scoglio degli Home Visit. Addirittura in Norvegia: scenario scelto dalla produzione, con Asia Argento a valutare il prosieguo o meno ai Live dello show. Quindi, lo stop. Alla stessa fase del programma in cui si sono fermati anche, nelle scorse edizioni, gli Iron Mais.

Scenario della puntata vista in queste sere in tivù, uno studio di registrazione norvegese. Al fianco del giudice Argento, Alioscia Bisceglia dei Casino Royale.

Gli Inquietude, dopo aver portato nelle precedenti puntate l’inedito “Dove siamo stati bene”, e poi “Anna” di Lucio Battisti, hanno portato, come richiesto da Asia, “Revenge” di XXXTentacion, in onore della precoce scomparsa del rapper americano. Alla prova, Lorenzo “DeLe” De Leo (violino), Pietro Fichtner (chitarra, producer e electronic dance music), Alessandro “Or mai” Pacco (producer e voce), Edoardo “MaleFactor” Mascheroni (rapper).

«Oggi avete portato questo brano non facile e l’avete reso vostro. E questo è apprezzabile - la valutazione di Asia - Sarò sincera: la competizione ai Live è altissima. E credo che dobbiate crescere. E per questo non vi posso portare ai Live. Mi dispiace tantissimo. Veramente. Non me ne vogliate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA