Influenza, sette pazienti sono gravi  Tra loro anche una donna incinta
Folla al pronto soccorso del Sant’Anna a causa dell’influenza

Influenza, sette pazienti sono gravi

Tra loro anche una donna incinta

Ospedali nel caos. Il presidente dei medici: «C’è stata una corsa eccessiva al pronto soccorso»

Raggiunto il picco influenzale: sono sette i casi gravi sul nostro territorio, sono tutti anziani con patologie croniche, ma c’è anche una donna incinta.

Si tratta di pazienti anziani con patologie croniche di base le cui condizioni sono state aggravate dall’influenza e in particolare dallo stato febbrile.

Tra i sette casi gravi si registra però anche una donna in stato di gravidanza. Due tra queste sette persone avevano effettuato il vaccino antinfluenzale. Per forme gravi s’intende quelle che comportano ad esempio l’assistenza respiratoria intensiva e per le quali viene confermata l’eziologia da virus tramite le indagini di laboratorio.

Le strutture del Valduce e del Sant’Antonio Abate a Cantù sono state messe negli ultimi giorni sotto pressione, non bastano i letti e le barelle.

«Il pronto soccorso non è il posto giusto per un influenzato - spiega il presidente dei Medici, Gianluigi Spata - occorre recarsi in ospedale solo per le gravi urgenze. Chi ha la febbre deve isolarsi, stare sotto alle coperte e prendere dei farmaci antipiretici. Per l’antibiotico bisogna aspettare almeno tre giorni. Il consulto va chiesto ai medici di base e ai pediatri. Un consiglio semplice, ma importante è idratarsi e bere tanta acqua, insieme ad una alimentazione leggera».


© RIPRODUZIONE RISERVATA