Libertas, non solo Palasampietro  «Vogliamo il Toto Caimi di Cantù»
Un allenamento della Pallacanestro Cantù al Toto Caimi

Libertas, non solo Palasampietro

«Vogliamo il Toto Caimi di Cantù»

La conferma di Molteni: «Parteciperemo al bando per la nuova concessione»

Entro domani il Comune di Como conta di inoltrare a quello di Casnate con Bernate la nuova convenzione triennale per l’affitto del Palasampietro, con la clamorosa novità dell’ingresso della pallavolo della Libertas Brianza Cantù per allenamenti e partite. Ma la Libertas punta anche al Toto Caimi.

«Siamo interessati a partecipare al bando per la nuova concessione – dichiara il presidente Ambrogio Molteni - Attualmente la palestra non è utilizzabile per la pallavolo perché ci sono i canestri fissi (li ha messi tre anni fa la Pallacanestro Cantù con i box, ndr). Bisognerebbe tornare ai canestri che si alzano e abbassano come al Parini. E chiaramente mettere a norma la struttura (che non ha mai avuto la piena agibilità, ndr). Vedremo quali lavori servono, quanto chiede il Comune e se conviene».


© RIPRODUZIONE RISERVATA