Mariano, gara solidale al canile  Cuccioli di maremmano in affido
Gli “Amici del randagio” con la mamma e la sua cucciolata

Mariano, gara solidale al canile

Cuccioli di maremmano in affido

Sono disponibili i sette piccoli abbandonati con la mamma il mese scorso a Perticato, ma serve una dedizione particolare

Erano stati abbandonati a fine febbraio, scaricati in un fossato ca lato di via Luigi Cadorna, una bretella secondaria della frazione di Perticato, senza cibo, né acqua quando ancora faticavano a stare ben in piedi sulle zampe.

Salvati grazie ai volontari dell’Enpa di Como, oggi per i sette cuccioli simil maremmano e la loro mamma si avvicina il lieto fine: da martedì sono al canile gestito da “Gli Amici del Randagio” in via del Radizzone alla ricerca di una casa.

«Sono arrivate tante richieste» spiega il responsabile della struttura, Marco Folloni conscio del potere attrattivo dei cuccioli. «Sappiamo bene che le adozioni si fanno anche su un fattore emozionale e di empatia ma non tutti i cani sono uguali - prosegue -, ognuno ha le proprie caratteristiche comportamentali e di socializzazione e il nostro intento è quello di trovare una famiglia che rispetti e risponda alle sue esigenze perché vogliamo il benessere del cane».

L’appello è un’ adozione consapevole, «non c’è nessuna valutazione sulla qualità della persona che abbiamo davanti» puntualizza Folloni «solo è importante conoscere che lavoro fanno, come passano il tempo libero, se hanno spazio o meno».

Informazioni importanti perché, ad esempio, questi cuccioli un domani non troppo lontano raggiungeranno una stazza di almeno 30 chili, in un portamento fiero e sicuro di sé, tipico del pastore maremmano che guarda dalla collina il gregge. Da qui la necessità di fare colloqui pre-affido con le famiglie.


© RIPRODUZIONE RISERVATA