Nuovo market, vecchi problemi  Svolte proibite in via Milano a Cantù

Nuovo market, vecchi problemi

Svolte proibite in via Milano a Cantù

Si ripropone il caso di automobilisti e motociclisti che non rispettano i divieti:invece di allungare di poco il tragitto alla rotonda, preferiscono tagliare la strada davanti al Maury’s

Prima un’auto, poi due moto, poi un’altra auto: tutto nel giro di pochi minuti. Non potrebbero svoltare a sinistra sulla trafficata via Milano, come ricordano ben due cartelli di obbligo di svolta a destra.

Eppure, sterzano a sinistra lo stesso. Con tutto il pericolo che ne consegue e relativi rallentamenti. I “furbetti” della svolta, se così si può dire, sono tornati. E sono aumentati. Sulla stessa strada dove, in passato, un problema simile si era verificato all’altezza del discount Eurospin. In un punto dove erano avvenuti anche gravi incidenti.

È il fascino della svolta fuorilegge. Cosa non si fa per risparmiare un paio di minuti. Quelli che basterebbero per andare alla rotonda più vicina e da lì andare in ogni direzione possibile in tutta regolarità.

Basta osservare per una decina di minuti cosa avvinee all’altezza della Fabbrica dei Sapori, il ristorante che ora è stato affiancato dall’apertura dell’ennesimo marchio della grande distribuzione a Cantù, Maury’s. Supermercato specializzato in tutto quel che non è alimentare. E quindi, altre auto in più che entrano ed escono. In proporzione: anche di irregolari della svolta.


© RIPRODUZIONE RISERVATA