Ospedale di Cantù  Pediatria intitolata a Biscatti
Da sinistra: Franco Coppo, Isabella Girgi, Lucia Biscatti, Michele Ramella, Fabio Marzorati, Alfredo Caminiti e Marco Bruschelli

Ospedale di Cantù

Pediatria intitolata a Biscatti

Il medico lavorò 32 anni al S. Antonio Abate Nella sua lunga carriera in città visitò trentamila bimbi

Il nome del professor Giuliano Biscatti lì, nella pediatria dell’ospedale di Cantù, dove ha visitato, nei 32 anni di lavoro, dal 1969 al 2001, quasi 30mila bambini. Perché sarà intitolato a Biscatti, morto lo scorso aprile a 84 anni, il reparto di pediatra, che prima di lui nemmeno esisteva: il prossimo 17 gennaio, in occasione della festa dell’ospedale Sant’Antonio Abate, si procederà, in collaborazione con il Rotary di Cantù, a posizionare una targa in suo ricordo. Non solo: da qui a gennaio, nel nome di Biscatti, amici e imprenditori locali parteciperanno a una raccolta fondi, finalizzata alla realizzazione di progetti sanitari da destinare all’ospedale cittadino.

È questo quanto pubblicamente dichiarato da Michele Ramella, medico e consigliere comunale, mercoledì sera, al Golf Club di Carimate, nel corso di una serata amarcord organizzata dagli amici di sempre - di più: loro si definiscono “figli adottivi” - vale a dire lo stesso Ramella e un altro amico del professore, Fabio Marzorati. Con un pretesto, la figlia Lucia si è trovata, assolutamente ignara della sorpresa, a partecipare alla serata dedicata al padre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA