Parcheggi per le mamme usati da tutti  «Questi incivili non si possono multare»
Il posteggio rosa davanti alla farmacia e all’ospedale in via Isonzo (Foto by Guido Anselli)

Parcheggi per le mamme usati da tutti

«Questi incivili non si possono multare»

A Mariano proteste sul web per i ”posti rosa” sempre occupati da chi non è in gravidanza. Il vicesindaco: «Impossibile intervenire perché non sono previsti dal codice della strada»

«Questo posto è per le donne incinte». Recitano così i cartelli installati in diverse strade di Mariano a indicare i posti auto rosa, ossia gli spazi destinati a chi è in stato di gravidanza. Eppure, in barba al gesto di cortesia, a parcheggiare lì sono uomini e anziani. L’iniziativa, lanciata dalla passata giunta, per far sì che future e neo-mamme riuscissero a lasciare l’auto più facilmente vicino all’ospedale, all’ufficio postale o, ancora, alla farmacia, insomma, fatica a essere rispettata.

Perché se è vero che gli stalli “cicogna” offrono alle donne in dolce attesa una possibilità in più di parcheggiare a ridosso degli ingressi di varie attività, questo non esclude che anche un uomo possa farlo.

I posti auto di cortesia, infatti, non sono previsti dal codice della strada e, per questo, chi lo “ruba” a una mamma non può essere sanzionato. Così, anche se agevolare una signora incinta dovrebbe essere un atto di gentilezza, imporre questa precedenza come regola assoluta, con delle strisce colorate a terra, alla fine, non ha dato i frutti sperati.

«Tutti siamo invitati a rispettare i parcheggi di cortesia, dando precedenza alle donne in dolce attesa» ricorda l’assessore con delega alla Sicurezza, Fermo Borgonovo. Il quale aggiunge: «Purtroppo, però, come ben sappiamo il senso civico e il buon senso lo hanno in pochi. Ma chi non rispetta il cartello non può essere sanzionato perché i posti rosa non sono previsti dal codice della strada».


© RIPRODUZIONE RISERVATA