Raduno delle mitiche “Bianchine”
L’auto di Fantozzi a Novedrate

Una trentina gli esemplari esposti nel parco di Villa Casana. Il presidente del club: «Guidata anche da Onassis»

Raduno delle mitiche “Bianchine” L’auto di Fantozzi a Novedrate
L’auto del ragionier Ugo Fantozzi era identica a questa

Per la maggior parte degli italiani, inutile negarlo, è l’automobile di Fantozzi. Un connubio che ha reso l’Autobianchi Bianchina un piccolo mito pop.

Ma questa fama di vetturetta un po’ sfigata le sta davvero stretta, perché in realtà ha avuto un grande successo commerciale ed è stata apprezzata, soprattutto nella versione cabriolet, anche dal bel mondo.

Ieri a Villa Casana il Bianchina Classic Club ha organizzato un raduno con tanto di giro per le vie del paese delle auto d’epoca. Un ritorno, visto che la fortuna della Bianchina Panoramica era partito proprio da qui, nel giugno del 1960. A un mese di distanza dalla presentazione della Fiat 500 Giardiniera l’Autobianchi di Desio propose questo modello, che, riproponendo la meccanica della Giardiniera, sfoggiava una linea più elegante e innovativa e una carrozzeria meglio rifinita. La presentazione venne effettuata proprio a Villa Casana, e le immagini per il lancio pubblicitario scattate nel parco, che allora veniva spesso utilizzato per set fotografici. La Panoramica venne prodotta fino al 1969, anche nella versione decappottabile, con tetto apribile. «Altro che Fantozzi – dice il presidente del club, con sede a Milano, Domenico Alberti – la Bianchina è stata guidata anche da Grace di Monaco e Onassis. Spesso era una seconda auto, nella versione cabriolet, di personaggi benestanti. Era una piccola Cadillac, con dettagli e cromature molto curati».

Insomma, non solo il grigio ragioniere scritto e interpretato da Paolo Villaggio, tutt’altro. Il raduno, che ha visto esporre una trentina di auto storiche, tutte tenute come gioiellini per preservarle originali in ogni particolare, è stata organizzata dalla neonata associazione Vivi Novedrate guidata da Stefano Menga con il patrocinio del Comune. E anche il sindaco Serafino Grassi non ha resistito a concedersi un giro a bordo di un modello rosso fiammante.

S. Cat.

@Riproduzione riservata

© RIPRODUZIONE RISERVATA

True