Sant’Anna, pronto soccorso più sicuro  Da autunno i volontari in ospedale
Da sinistra: il direttore sanitario Fabio Banfi, il sottosegretario Maurizio Fugatti e il primario Alessandra Farina

Sant’Anna, pronto soccorso più sicuro

Da autunno i volontari in ospedale

L’iniziativa è in collaborazione con l’associazione Cisom. Otto le persone da formare

Dopo i tanti episodi di intemperanze – quando non vera e propria violenza contro gli operatori – degli ultimi anni, al pronto soccorso dell’ospedale Sant’Aanna, quindi anche a Cantù - arrivano i volontari per il sostegno dei pazienti in attesa e dei loro familiari. Non figure preposte a mantenere la sicurezza, ma a garantire l’accoglienza, per prevenire ed evitare comportamenti sopra le righe.

Progetto innovativo, che avrà qui una sperimentazione alla quale potranno guardare anche le altre strutture lombarde, messo a punto con la sezione di Como del Corpo italiano di soccorso dell’Ordine di Malta, che, come ha annunciato il presidente della stessa Andrea Di Francesco, chirurgo maxillo facciale del Sant’Anna.

© RIPRODUZIONE RISERVATA