Spray in disco a Cantù  La paura dei giovani  «Fate più controlli»
L’ingresso dello “Spazio”da piazza Garibaldi con l’area fumatori dove lo spray è stato usato verso l’interno

Spray in disco a Cantù

La paura dei giovani

«Fate più controlli»

I ragazzi sullo sgombero allo “Spazio” all’alba di domenica: «Poteva succedere un altro disastro»

Sono le richieste dei ragazzi, che vorrebbero il divieto di portare gli spray al peperoncino in discoteca, dopo quanto successo a Cantù.

E chiedono che sia possibile perquisire tutti all’ingresso dei locali. Anche per evitare che qualcuno giri con il coltello, come è successo all’esterno del Jet Club del Cermenate, ora chiuso con un provvedimento del questore, dove è andato in scena un tentato omicidio soltanto tre settimane fa, con due ragazzi feriti.

I giovani sono spaventati dai recenti episodi di cronaca, che passano pure, appunto, da Cantù. Dove un 21enne di Mariano, nella notte tra sabato e domenica, ha spruzzato dello spray al peperoncino allo Spazio, in piazza Garibaldi.

Intanto, spunta qualche testimonianza di chi era presente alla serata. «Ero lì - racconta un 36enne - da come era pieno, poteva essere un disastro».

Secondo quanto è stato possibile ricostruire dagli inquirenti, il ragazzo, denunciato dai carabinieri di Cantù, intervenuti subito con il nucleo radiomobile, era nella zona fumatori esterna, quando ha spruzzato verso l’interno del locale lo spray. Costringendo, di fatto, circa 70 persone a spostarsi, prima di uscire all’aperto.

Due pagine speciali su La Provincia in edicola martedì 11 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA