Tamponi straordinari per 600
A Cantù i contagi salgono a 671

Successo ieri al drive through in piazzale Caduti di Nassiriya per accorciare le attese di chi prenota i test in settimana. Ma in città l'andamento della pandemia preoccupa

Tamponi straordinari per 600 A Cantù i contagi salgono a 671
La struttura per i tamponi drive through nel piazzale Caduti di Nassiryia vicino all’ospedale Sant’Antonio Abate

Come il 2021 è stato all’insegna del Covid il 2022 si apre con i canturini alle prese con il virus che si diffonde inarrestabile e che nel giro di una settimana ha visto triplicare i casi di positività, portandoli a quota 671.

Di conseguenza aumenta a dismisura anche il numero di persone che necessitano di un tampone, tanto che ieri è stata disposta una giornata straordinaria di attività del Punto Tamponi di Asst Lariana in via Caduti di Nassiryia per alleggerire le liste d’attesa. Quasi 600 le persone testate ieri mattina ma tanti anche quelli che si sonio presentati sul piazzale senza prenotazione, circa un centinaio.

E ai volontari della Protezione Civile non è rimasto che allontanarli perché l’accesso era consentito solo a chi fosse munito di prenotazione, appunto.

Dovranno ritentare oggi, sperando di essere più fortunati. Stante l’indicazione di Regione Lombardia, che ha ridefinito le regole di accesso all’offerta dei tamponi nasofaringei a carico del sistema sanitario, i Punti Tampone di Asst Lariana oggi sono regolati da nuove disposizioni.

Possono accedere i sintomatici con prenotazione di Ats Insubria o del proprio medico di medicina generale o pediatra e i casi di fine isolamento, sempre con prenotazione del medico e con il provvedimento di isolamento inviato da Ats.

Sono molti, però, a trovarsi in difficoltà perché arrivati al termine della quarantena ma la prenotazione in questione non riescono a ottenerla. E quindi devono rimanere confinati in casa.

Per questo molti, ieri mattina, sono arrivati al parcheggio di fianco all’ospedale Sant’Antonio Abate sperando di ottenere l’agognato tampone.

Silvia Cattaneo

© RIPRODUZIONE RISERVATA