Una ragazza di Cucciago   in tv con  Gerry Scotti
Laura Arnaboldi, di Cucciago, al quiz “Caduta Libera”

Una ragazza di Cucciago

in tv con Gerry Scotti

Subito eliminata dal super campione. Gerry Scotti: «Ti invito ancora»

Cucciago

«Vengo dalla provincia di Como», dice la concorrente in tivù a “Caduta Libera”. «Dimmi dalla provincia di Como dove?», le chiede il conduttore Gerry Scotti. «Vicino a Cantù. Il paesino si chiama Cucciago». «E dillo, perché poi i tuoi compaesani ci tengono, no? I cucciaghesi», aggiunge nel suo stile, con sorrisone al seguito, il buon Gerry. «I cucciaghesi, esatto», concorda Laura Arnaboldi, professione, come recita la scritta in sovrimpressione, consulente informatico. Il siparietto, l’altra sera, a Canale 5, nella consueta fascia preserale del gioco a premi con quiz incorporato. Da battere c’era il supercampione dei record Nicolò Scalfi: per lui, 400mila euro già vinti. Terminate le presentazioni, il gioco: trovare la parola nascosta e rispondere alla domanda qualcosa che si trova in merceria, Laura, risponde “gomitolo”, ma è sbagliato. Il supercampione dice: “toppe”. Risposta giusta. Fine del gioco. «Io non so cosa farci - dice Gerry - va bene Laura, hai pagato dazio, però ti invito ancora».


© RIPRODUZIONE RISERVATA