Sabato 02 Ottobre 2010

A Sorrento un Como
a trazione anteriore

COMO Domenica a Sorrento potrebbe accadere qualcosa che in questo campionato al Como non è mai accaduto. Ovvero, rivedere in campo la stessa formazione per due partite di seguito. Buona cosa, se così fosse. Segno che la squadra sta trovando una quadratura e una fisionomia che convincono i suoi tecnici, e una strada più precisa su cui continuare a lavorare. «L'idea è questa», ha confermato Carlo Garavaglia. Sottolineando come la partita di La Spezia abbia lasciato l'impronta sinora più convincente a livello di gioco. Conclamato dunque il 3-4-3 che, dice il mister, «cercheremo di evitare che si trasformi in una difesa a cinque». Cosa che in effetti a La Spezia per esempio non è accaduta, ma che in ogni caso resta un'eventuale arma in più contro un attacco, quello del Sorrento, particolarmente prolifico soprattutto in casa. Sul suo campo la squadra campana ha segnato nove gol in tre partite, sulle undici totali realizzate.
Diciamo anche, però, che il Sorrento di gol ne ha pure subìti dieci, contro i sei presi dal Como. Dunque, è una partita che certamente si presenta aperta anche per gli azzurri. Che peraltro riproporranno i tre attaccanti, e sulla carta non scenderanno dunque in campo per difendersi e basta. E che in trasferta stanno procedendo a passo più convincente e spedito che in casa.

g.valentini

© riproduzione riservata

Tags