Lunedì 04 Ottobre 2010

Como, danno e pure la beffa
No aereo, ritorno in treno

Andata in aereo, ritorno… con tre treni. Strano programma di viaggio per la squadra. Perché? Non si sa. Forse non è stato trovato in tempo il posto sull'aereo per il ritorno, difficile pensare che si sia trattato di una ragione di “risparmio”, visto che viaggiare con il Frecciarossa di questi tempi costa più che volare. Certo è che con tre gol sul groppone e l'idea di rifarsi l'Italia indietro sui binari, tra l'altro con tre treni diversi - prima tratta sulla Circumvesuviana Sorrento-Napoli, cambio a Napoli per Roma, e di nuovo cambio da Roma per Milano - tra l'altro di corsa per paura di perdere treni e relative coincidenze, è facile immaginare con che umore la truppa possa essere uscita dagli spogliatoi dello stadio sorrentino, illuminato da un sole ancora estivo.

n.nenci

© riproduzione riservata

Tags