Mercoledì 03 Agosto 2011

Il Como prende Asiedu
"Mi manda Simone"

COMO - Un attaccante per il Como, in arrivo dalla "scuderia" di Marco Simone. Raggiunto ieri l'accordo tra il Novara, proprietario del cartellino, e il Como, per il trasferimento in prestito di Martin Ofosu Asiedu. L'ultima spinta l'ha data proprio l'ex bomber, ora procuratore. E ieri è stata una giornata particolare a Orsenigo. Con Simone, rimpatriata anche per Angelo Massola, ex responsabile del settore giovanile del Como. Allievo e maestro, per un incontro che ha visto protagonisti anche mister Ernestino Ramella, Antonio Tesoro e Salvatore Marotta, direttore generale della Gallaratese e fratello di Beppe, dg della Juventus. Hanno parlato di mercato e di tattica. Un bel quadretto con Massola e Simone a commentare le scelte di mercato «scriteriate» delle squadre di D e Lega Pro, Ramella a spiegare il suo punto di vista, non sempre uguale a quello dell'ex punta. «Mister perché non prendi il mio esterno del '90?», dice Simone. «Perché mi servono i '91. Ma se mi fai 20 gol, vieni pure tu?», replica Ramella. Risate.
Meglio riavvolgere il filo. Simone, camicia bianca e pizzetto un po' ingrigito era a Orsenigo per un motivo ben preciso: ha portato cinque giocatori in prova, tutti molto giovani. C'è una vecchia conoscenza con Di Bari: il presidente del Como gli ha venduto il Legnano nel 2005, ora c'è spazio per una collaborazione. Dal mazzo proposto da Simone, però, è uscito un solo giocatore, l'attaccante Martin Ofosu Asiedu. Classe 1992, le sue doti sono velocità e capacità di attaccare gli spazi. Nigeriano, Asiedu arriva dalla Primavera del Novara di Jack Gattuso e si è messo in luce al "Viareggio", in prestito al Palermo, segnando due gol prima dell'eliminazione agli ottavi da parte della Juventus. «E' un ragazzo che volevo mandare a Como - dice Simone - perché merita di crescere in questa società. Farà tanti gol, vedrete».
Oggi il giocatore sarà a Novarello per firmare il contratto. Gli altri quattro giovani resteranno qualche giorno in prova, ma non hanno convinto del tutto mister Ramella. Sono l'esterno destro Marco Fioroni, ex Caratese, il difensore centrale Simone Mauri dell'Oltrepò e gli attaccanti della Primavera del Novara Tommaso Priviero e Massimiliano Galdini.
Ma ieri si sono gettate le basi per almeno altre due operazioni. Una che sembrava certa, almeno fino alle sei del pomeriggio, con il Livorno per portare a Como Riccardo Regno, classe '92, esterno destro e difensore centrale all'occorrenza. Figlio di Carlo Regno, vice di Davide Ballardini, è stato acquistato dal Bologna (Primavera) nell'ambito dell'operazione che ha portato Pulzetti in Emilia. Per Regno, fa capire Tesoro, c'è da lavorare ancora un po'. Altra trattativa avviata, ma non semplice è con l'attaccante marocchino Oussama Essabr, 22 anni. E' della Juventus, da qualche anno lo gira in prestito in B e in Prima divisione.
In una rosa che a fatica sta raggiungendo i numeri minimi, mancano alcune caselle. «Davanti ci servono ancora quattro uomini - dice Antonio Tesoro - in pratica tutte le alternative ad Asiedu, Filippini, Miello e Doumbia. Almeno un giocatore a centrocampo, visto che pensiamo di tesserare il messicano Tena, mentre in difesa servono un altro difensore centrale e due esterni destri». Intanto, oggi Zullo parte per Roma per il miniritiro della Nazionale Univesitaria che giovedì 11 debutterà in Cina alle Universiadi contro la Thailandia.
BIGLIETTI COMO-PRATO - La partita contro il Prato, per il primo turno di Coppa Italia si disputerà domenica alle 17 al Sinigaglia. Prezzi solo interi: curva 8 euro, tribuna laterale 18 euro, tribuna d'onore 25 euro e non ci sarà prevendita.

g.valentini

© riproduzione riservata

Tags