Domenica 25 Settembre 2011

Ma Toledo avverte tutti
Non montiamoci la testa

Bomber, rifinitore, uomo ovunque nella metà campo avversaria. Quanto serviva al Como la fantasia del brasiliano Robson Machado Toledo. I guai fisici non sono ancora del tutto risolti, il polpaccio non è ancora del tutto a posto. Ma se questo è un giocatore a mezzo servizio...: «Credo di aver disputato una buona partita, ma il merito è tutto dei compagni, che mi mettono in condizione di mettere in mostra le mie qualità. Ma vale per tutti: ci diamo tutti una mano, questa squadra sta crescendo e sta diventando un gruppo».  
Gruppo che, in quattro giornate, ha saputo issarsi al primo posto, a 10 punti con il Carpi: «L'importante è non montarsi troppo la testa, dobbiamo ragionare settimana per settimana, senza fare programmi. Certamente se a un certo punto del campionato dovessimo essere ancora in questa posizione, dovremo ragionare da grande squadra. Ma ora è davvero troppo presto».

n.nenci

© riproduzione riservata

Tags