Como, a Livorno   per riaprire i conti
Mister Gianluca Festa (Foto by Fabrizio Cusa)

Como, a Livorno

per riaprire i conti

La vittoria porterebbe i biancoblù a soli tre punti dal playout

Una partita molto importante attende il Como a Livorno. Fare risultato, meglio ancora vincere, significherebbe accorciare di tre punti la distanza dalla salvezza via playout, recuperando una condizione psicologica ben diversa. In attesa di altre notizie dal mercato - dopo questa partita arriverà l’attaccante del Lanciano Lanini, e poi si cercano ancora un centrocampista e un terzino - in pole position c’è Liviero -, il pensiero ora è concentrato tutto su questa partita. Oltre alla grande rivalità tra le tifoserie, che dà alla sfida un sapore ancora più intenso, la gara conta per la classifica e potrebbe forse pesare ancora sugli ultimi giorni di mercato.

Tra i convocati mancano lo squalificato Ambrosini e Jakimovski, al centro di una trattativa poi sfumata con il Bari. Una situazione che lo ha un po’ destabilizzato negli ultimi giorni, la scelta di escluderlo però, dopo aver comunicato che resterà qui, in qualche modo un po’ sorprende.

La formazione che Festa proporrà contro il Livorno dunque avrà certamente qualche variazione in difesa. Il tecnico conferma la coppia centrale Giosa-Casasola e si riserva un dubbio sugli esterni, dove sembra probabile l’impiego di Cassetti a destra e Marconi a sinistra, ma c’è anche l’ipotesi Madonna per entrambi i ruoli. Dubbi invece non sembrano esserci per il trio di centrocampo Barella-Fietta-Bessa, e neppure per la coppia d’attacco iniziale, che sarà probabilmente ancora composta da Ganz e Gerardi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA