Como, ascolta Marconi «Un po’ di cattiveria in più»
Andrea Marconi (Foto by Cusa)

Como, ascolta Marconi
«Un po’ di cattiveria in più»

Parla il vice capitano azzurro: «Abbiamo la possibilità di ripartire»

Un punto in tre partite, la sconfitta e la prestazione negativa ad Alessandria, un calendario che dà al Como la possibilità di ripartire. Temi toccati da Andrea Marconi, uno dei più longevi giocatori di questo Como, nonché vice capitano della squadra.

Voce autorevole dello spogliatoio, uno dei confermati dopo la retrocessione, finora sempre in campo e mai sostituito – al pari di Ambrosini e Nossa -, Marconi invita a guardare ai prossimi impegni con fiducia.

Dopo aver incontrato alcune sicure protagoniste del campionato – Arezzo, Livorno, Siena e Alessandria -, e dopo la miseria di un punto conquistato nelle ultime tre sfide, ora per il Como arrivano partite teoricamente più “morbide” contro Racing Roma, Prato, Pontedera, Lucchese e Pistoiese: «Abbiamo l’occasione di ripartire, magari mettendoci un po’ più di cattiveria rispetto alle ultime uscite. Una cattiveria agonistica che, sono sicuro, incontreremo a nostra volta».

Agonismo che, domenica, non dovrà mancare: «Affrontiamo una squadra forse poco conosciuta, che ha perso più di noi, ma che ha un punto in più. Una squadra senza “star”, ma che certamente ha già capito lo spirito combattivo che ci dev’essere in Lega Pro».


© RIPRODUZIONE RISERVATA