Como, Dolci aspetta   l’incontro con Porro
Pietro Porro e Giovanni Dolci, un rapporto che si interrompe dopo 4 anni (Foto by Fabrizio Cusa)

Como, Dolci aspetta

l’incontro con Porro

Ci sono altri due anni di contratto in ballo, ma si arriverà a una risoluzione del rapporto: «Solo allora parlerò»

Da questa settimana ostacoli operativi non ce ne sono più. Il Como ha scelto una figura chiave, quella del direttore sportivo, che sarà Gianluca Andrissi. Un primo passo tutt’altro che irrilevante, visto anche il tipo di rapporto che la società ha scelto di costruire con il suo nuovo ds. Un contratto triennale.

Nel frattempo, per quanto ormai il finale fosse prevedibile da un pezzo, c’è stato anche da mettere un punto fermo al rapporto con Giovanni Dolci, che sin dall’ingresso di questo gruppo societario nel Como è stato presente. Prima al fianco di Gibellini poi da solo. In un rapporto che ha sicuramente portato risultati sul campo - la promozione in B - ma ha anche avuto qualche momento di scollamento. Per esempio, Dolci non ha mai avuto un grandissimo feeling con il settore giovanile. Niente di grave, ma sicuramente le due strade viaggiavano separate, e questo è probabilmente uno degli aspetti che hanno indotto Porro a cambiare. In questa settimana ci sarà anche questa vicenda da sistemare. Porro ha comunicato telefonicamente a Dolci qualche giorno fa la notizia di aver messo un altro al suo posto. Non che sia stata una sorpresa per nessuno, tantomeno Dolci stesso.Ora però ci sarà anche questa questione da chiudere, anche economicamente visto che Dolci aveva ancora un contratto biennale, che non si interrompe per sua volontà. «Era il momento di cambiare», ha detto Porro. In pubblico come forse all’ormai ex ds. Tutto e niente, insomma.

Dolci ha scelto di non parlare sino a quando non avrà sistemato la sua posizione incontrandosi con il presidente. Cosa che potrebbe avvenire già domani comunque sicuramente entro la settimana. Da escludersi l’ipotesi che possa avere un altro ruolo in società, si andrà verso un accordo economico. Per Dolci si è parlato già di altre possibili destinazioni, un’ipotesi è Cosenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA