Como, è importante  Non si può sbagliare più

Como, è importante

Non si può sbagliare più

Dopo la caduta di mercoledì con la Cremonese al Sinigaglia c’è lo scontro diretto con l’Alessandria

Si torna in campo domani alle 18 al Sinigaglia tre giorni dopo la sconfitta con la Cremonese, ed è una prova importantissima, un vero e proprio scontro diretto nella corsa ai play off.

«Il fatto che mercoledì sia stata una partita negativa per tutti, e non una sconfitta dovuta a un problema specifico, mi fa pensare che sia più facile avere una reazione positiva - dice Colella alla vigilia -. Nel senso che una giornata nera generale, di stanchezza fisica e mentale, è un incidente di percorso che può capitare, soprattutto in un periodo intenso come quello che ci è capitato di dover affrontare, e pochi giorni dopo una trasferta che è stata molto pesante. Anche stavolta tra una partita e l’altra sono passati solo tre giorni, però abbiamo lavorato qui a casa, con una possibilità di recupero diversa, siamo sicuramente più freschi e più pronti».

Rispetto alla partita di mercoledì torna tra i convocati Fautario - che giocherà regolarmente, sulle fasce ci saranno lui e Casoli -, qualche riflessione in più sugli altri reparti.

In difesa ci saranno alcuni cambiamenti “programmati”, come li definisce il mister. E si cambiano almeno due pedine su tre. Perchè giocheranno Curti e Marchi, al centro dovrebbe esserci invece ancora Giosa. Tra i pali ritorna Falcone. A centrocampo qualche indecisione: ci sarà un assetto un po’ meno offensivo rispetto alle ultime partite, questa è l’unica certezza. L’idea dovrebbe essere quella di far giocare Ardito, affiancato a sinistra da Le Noci e a destra uno tra Cristofari e Comentale. In attacco ci sarà sicuramente Defendi, che è in un buon momento anche per quanto riguarda la fase realizzativa. Con lui Ganz, anche se il mister da tempo sottolinea la necessità di farlo riposare un po’. L’alternativa potrebbe essere Scapuzzi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA