Como e la corsa playoff Due scontri... direttissimi
I tre difensori centrali (Nossa, Fissore e Briganti) ieri a Cremona (Foto by Ghigi)

Como e la corsa playoff
Due scontri... direttissimi

Cinque giornate al termine della stagione, gli azzurri ora sono noni e dovranno incontrare in trasferta Renate e Pro Piacenza

Cinque partite da giocare con un posto nei playoff da difendere. E le due uniche partite che restano da giocare in trasferta sono scontri direttissimi, contro Pro Piacenza e Renate, avversarie che, perlomeno dopo questo turno, hanno lo stesso problema del Como. Non perdere il posto tra le prime dieci.

La sconfitta del Como a Cremona, insieme alla vittoria della Lucchese contro la Racing Roma, ha portato veramente molto vicino la squadra toscana all’ingresso nei playoff.

Ma certo ora il Como qualcosa rischia. In che percentuale lo si capirà giornata per giornata. Intanto, guardando il calendario di queste quattro squadre, gli azzurri sono gli unici ad avere due scontri diretti ancora a disposizione. Il che può essere pericoloso, ma può anche essere una importante carta in più se sfruttata bene.

Di contro va detto che il Como giocherà da qui alla fine contro avversari tutti alla ricerca di un obiettivo, posto playoff o salvezza. Sabato arriva il Tuttocuoio, quindi giovedì prossimo la trasferta con la Pro Piacenza, poi sabato 22 aprile la gara casalinga con la Lupa Roma, a seguire la trasferta con il Renate e la chiusura all’ultima giornata in casa con la Viterbese, che in questo momento con i suoi 50 punti non sembrerebbe avere problemi per i playoff, ma potrebbe essere in cerca della posizione migliore.


© RIPRODUZIONE RISERVATA