Como, Gandler torna in tribuna «Lo sponsor? Non c’è fretta»
I tifosi del Como ieri a Meda (Foto by Cusa)

Como, Gandler torna in tribuna
«Lo sponsor? Non c’è fretta»

Il Ceo azzurro ieri era a Meda per la gara persa contro il Renate

Due-trecento tifosi del Como nel settore ospiti, e c’è subito la sensazione di giocare in casa. Il primo impatto con la serie C versione trasferta non si sente: come avveniva quasi regolarmente l’anno scorso il tifo comasco diventa padrone fuori casa. E anche quest’anno probabilmente accadrà spesso.

Tra il pubblico in tribuna, dopo qualche giorno di ferie, arriva anche Michael Gandler, alla prima uscita ufficiale della stagione. Il Ceo del Como preferisce non soffermarsi sul discorso stadio, nessuna conferma quindi di possibili appuntamenti in Comune a breve termine. «Siamo contenti di come stanno andando le cose», dice invece parlando della squadra. Chiuso ormai il mercato, manca solo un difensore, la società si sta occupando anche in questi giorni della ricerca degli sponsor, ancora non è stato scelto il marchio, anzi i marchi perchè potrebbero essere più di uno, che compariranno sulle maglie della squadra in campionato. «Non abbiamo fretta, ancora non abbiamo chiuso accordi definitivi e stiamo lavorando su situazioni importanti. Qualcosa potrebbe arrivare nei prossimi giorni», ma non è escluso quindi che la squadra cominci comunque la stagione senza sponsor di maglia.

Soddisfa per il momento l’andamento degli abbonamenti, ormai vicino a quota 600. «Per ora è una buona risposta», anche se l’aspettativa è ovviamente più alta. Si attende il rientro di molti tifosi dalle vacanze, la vendita delle tessere si prolungherà ovviamente oltre la prima giornata, probabilmente sino alla partita con il Monza dell’8 settembre.n 


© RIPRODUZIONE RISERVATA