Como, giù la maschera E le sorprese sono vietate
Alessandro Gabrielloni, uno degli azzurri più in forma (Foto by Cusa)

Como, giù la maschera
E le sorprese sono vietate

Sfida al Sinigaglia contro l’Olbia ultima della classifica

Una partita interessante, anche questa di oggi (ore 15 al Sinigaglia). Come peraltro lo sono tutte in questo campionato di serie C, in cui nulla o quasi è mai scontato.

Il Como ha voglia e bisogno di tornare a vincere, e poco conta dire che anche l’Olbia è un avversario pericoloso: non battere in casa l’ultima in classifica sarebbe una frenata difficile da giustificare e da spiegare, punto e basta.

L’amarezza per la sconfitta di due settimane fa, la rabbia per la vittoria sfumata nel finale ad Arezzo, non sono questi dei presupposti che preoccupano, anzi.

Banchini ha detto bene, la personalità con cui il Como ha affrontato la trasferta di domenica scorsa, senza timore di sfigurare dopo la caduta con la Pistoiese, è quello da cui bisogna partire.

Ora ci sono anche armi in più da poter usare, e non di poco conto. Non sarà stato un mercato stravolgente, ma l’arrivo di Cicconi e Lanini non è nemmeno poca roba nell’intento di fornire soluzioni offensive maggiori e diverse.

Già oggi stesso in corso d’opera queste armi potrebbero essere messe in gioco. La squadra non dovrebbe comunque cambiare molto, variazioni certe solo in difesa dove manca Crescenzi per squalifica, dove dovrebbe rientrare Toninelli e torna anche a disposizione Solini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA