Como, la festa del papà  si celebra a suon di gol

Como, la festa del papà

si celebra a suon di gol

Per Fautario la maglietta del figlio, Le Noci segna a raffica dopo la nascita delle sue gemelline

Papà. Parola magica per il Como. Simone Fautario aveva ricevuto pochi giorni prima della partita di Pordenone dal suo piccolo Christian, 19 mesi, una maglietta. Regalo per la Festa del papà. Christian l’ha preparata all’asilo nido, con le sue maestre ovviamente. Papà Simone 3, c’è scritto sul retro. E davanti, le impronte delle manine di Christian.

Beh, quello che a Simone non è mai riuscito in tanti anni di carriera, segnare un gol, è accaduto proprio sabato. «Mi sono detto, proviamo a mettere la maglietta. Mai avrei pensato che avrebbe avuto un effetto immediato...». Eppure, è andata veramente così. «E naturalmente ora me la metterò tutte le volte. Non si sa mai, sono ancora in tempo per prendere Ganz...».

E il pallone per quel gol è arrivato dai piedi di un altro papà felice. E caricato a mille dalla nascita delle sue due bambine, Rebecca e Rachele. Parliamo di Beppe Le Noci, ovviamente. Che da quando a metà febbraio ha visto venire al mondo le sue due gemelline primogenite è tornato di colpo in forma strepitosa. E ha cominciato a segnare a raffica. «L’ho detto ai miei compagni, mi ero in qualche modo immaginato che Beppe mi avrebbe messo quella palla per il gol...» ha raccontato Fautario commentando la sua rete. Come dire, tra papà ci si intende. «Lancio un messaggio a tutti i miei compagni, per il bene del Como: fate dei bambini!», scherza Simone...


© RIPRODUZIONE RISERVATA