Como: reti e presenze Gabrielloni, lo stakanovista
Alessandro Gabrielloni (Foto by Cusa)

Como: reti e presenze
Gabrielloni, lo stakanovista

Il bomber azzurro è l’unico con Bellemo e Iovine a essere sceso in campo in tutte le 26 partite disputate

L’attacco del Como di quest’anno è legato sostanzialmente a due nomi, Alessandro Gabrielloni e Simone Andrea Ganz. Una coppia gol che ha cominciato a essere tale sin dalla prima giornata, quando il Como vinse con la Pergolettese 2-0 e segnarono entrambi, Ganz su rigore.

La domenica dopo finì con lo stesso risultato, in trasferta con il Gozzano, grazie a una doppietta di Gabrielloni. Che oltre a essere il capocannoniere della squadra, e al quarto posto tra i migliori bomber del girone, è anche uno dei soli tre giocatori biancazzurri – insieme a Bellemo e Iovine – che ha presenziato in tutte le ventisei gare di campionato disputate dal Como. Venti volte schierato da titolare, sei volte subentrato.

Ganz invece ha giocato in ventiquattro partite, di cui venti da titolare e le altre subentrando. Rispetto al compagno ha una percentuale del cento per cento sui rigori, ne ha segnati quattro, ovvero la metà dei gol da lui realizzati sinora. Gabrielloni invece ne ha tirato uno solo e lo ha sbagliato, nell’ultima partita giocata, quella con l’Olbia.

Il terzo e unico giocatore a parte loro due sinora schierato in qualche partita come titolare in attacco è stato Luca Miracoli, che ha giocato in diciotto gare, di cui dodici volte dall’inizio. Per lui soltanto due gol all’attivo. Per gli altri due attaccanti impiegati sinora ci sono veramente pochissimi minuti.

Eric Lanini ha giocato solo due volte, essendo arrivato alla fine del mercato di gennaio: è subentrato a metà del secondo tempo nella partita con l’Arezzo e ha giocato l’ultima mezzora nella gara contro l’Olbia, in cui ha procurato il calcio di rigore nel finale, poi sciupato da Gabrielloni. Per il giovane Kouadio solo una presenza solo una presenza negli ultimissimi minuti della partita di Carrara in cui riuscì a far vedere cose interessanti. Poi è stato bloccato per diverse settimane da problemi fisici, alla ripresa si potrà contare anche su di lui.


© RIPRODUZIONE RISERVATA