Dell’Agnello: «Como, bene così Sono decisivi gli scontri diretti»
In rete la palla scagliata da Dell’Agnello (Foto by Cusa)

Dell’Agnello: «Como, bene così
Sono decisivi gli scontri diretti»

Il parere del bomber: «Sarà un campionato combattuto fino alla fine»

Dodicesimo giocatore del Como a segnare, Alessandro Di Maio entra nella rosa dei tanti “bomber” azzurri. E l’ha fatto in una domenica in cui era chiamato soprattutto a non far rimpiangere i difensori titolari squalificati: «Sono felice, perché non capita spesso. Ancora una volta abbiamo dimostrato la nostra pericolosità sulle palle inattive, ho sfruttato al meglio la bella palla su calcio d’angolo di Cicconi. In generale, cerchiamo di sfruttare al meglio le caratteristiche di tutti i giocatori. Siamo stati bravi anche a recepire al volo le indicazioni del mister dopo il turno infrasettimanale».

Ed è stato un gol importante per Simone Dell’Agnello, alla sua prima rete su azione, dopo il rigore decisivo contro la Pro Sesto: «Confermo, è una rete che mi ha dato sicurezza e l’ha data alla squadra. Bene così». Per l’attaccante è ormai delineata la corsa al primo posto: «A questo punto diventano decisivi gli scontri diretti e, purtroppo, dobbiamo recriminare già per quelle poche partite in cui abbiamo perso punti. Ma siamo a -2 dal Mantova, sarà un campionato combattuto fino alla fine: vogliamo arrivare alla pausa invernale vincendole tutte, possiamo farlo».

Chiude capitan Federico Gentile: «Eravamo un po’ preoccupati, ma sapevamo che i sostituti degli squalificati avrebbero fatto del loro meglio. E così è stato: di questo, da capitano, sono particolarmente orgoglioso. È una grande vittoria del gruppo, significa che siamo pronti tutti a dare un contributo alla squadra: abbiamo le risorse per raggiungere i risultati che vogliamo». Unica recriminazione, sul gol annullato a Gabrielloni: «Era regolarissimo, peccato. Ma siamo stati comunque bravi a non perdere la testa dopo quell’episodio».


© RIPRODUZIONE RISERVATA