Gattuso: «Visto in serie B? Un errore si paga caro»
Gattuso e Sottil prima della gara (Foto by Cusa)

Gattuso: «Visto in serie B?
Un errore si paga caro»

Il tecnico del Como dopo l’Ascoli: «Perdere così fa male»

«Visto? In serie B, mezzo errore si paga a caro prezzo». E così è successo contro l’Ascoli. C’è tanto rammarico a fin partita nelle parole di mister Jack Gattuso, tecnico di un Como certamente in crescita, ma che per la prima volta in questo campionato non ha raccolto punti. Dopo due pareggi, la sconfitta contro l’Ascoli lascia tanta amarezza: «Stiamo rosicando tanto – ammette il tecnico del Como - la delusione è forte alla luce della nostra prestazione. Abbiamo disputato una partita quasi perfetta: ben messi in campo, non abbiamo concesso praticamente nulla, peccato che il risultato dica altro».

Quel “quasi” è ovviamente riferito all’unica vera sbavatura in difesa, in occasione del rigore concesso all’Ascoli: «L’episodio ci ha penalizzato. Ho visto la squadra sempre ordinata in campo, che ha saputo rispondere colpo su colpo all’avversario, creando tanto e difendendo bene. Mi dispiace per i ragazzi, che hanno dato tanto».

Resta la soddisfazione, quantomeno, di aver visto un Como propositivo e capace di creare parecchie occasioni: «La squadra sta crescendo partita dopo partita, ma come dimostra questa partita, in B mezzo errore lo paghi. Se dovevamo dimostrare qualcosa, l’abbiamo fatto in maniera positiva, mettendo sul campo l’identità che stiamo dando a questo campionato e soprattutto a noi stessi: questo aspetto finora non è mai mancato».

Alcune novità nella formazione, specialmente in difesa. Soddisfatto? «Il reparto si è mosso molto bene. Sapevamo dei pericoli che avremmo potuto correre, affrontando un trequartista e due punte. Ma la squadra ha concesso poco, se non in occasione del rigore, una situazione in cui si poteva fare meglio. Avanti così, ma ammetto che nello spogliatoio c’era rammarico. Ma siamo consapevoli del fatto che si possa far bene anche in serie B, come del resto abbiamo dimostrato finora. Bene anche gli esordienti Varnier e Vignali: il primo mi ha chiesto il cambio per crampi, l’altro si sta inserendo bene nella squadra e, eccezion fatta per il rigore causato, ha disputato un’ottima partita».

A Crotone e Lecce la squadra aveva pareggiato subito dopo i gol avversari, stavolta l’impresa non è riuscita: «Forse giocando di pomeriggio la situazione ambientale era un po’ più faticosa, probabilmente abbiamo speso più energie fisiche e nervose. Sono dispiaciuto, perché alla fine avremmo meritato molto ma molto di più». Ed è anche convinto, Gattuso, che con un gol del Como la partita sarebbe cambiata: «In vantaggio, avremmo potuto essere più conservativi e gestire meglio le energie. Sarebbe stata una partita perfetta». Chiusura sui tifosi: «È stato bellissimo ritrovare il pubblico. Abbiamo sentito i tifosi, ci hanno sostenuto e dandoci una spinta».


© RIPRODUZIONE RISERVATA