Gilardino e la sconfitta col Como «Condannati da un solo episodio»
Enrico Celeghin, autore del gol partita (Foto by Cusa)

Gilardino e la sconfitta col Como
«Condannati da un solo episodio»

Il tecnico del Rezzato: «Avevamo limitato bene un avversario forte»

Nonostante la prima sconfitta da allenatore, mister Gilardino analizza positivamente la prova dei suoi giocatori elogiandone la dedizione e il carattere. «Non posso rimproverare nulla ai ragazzi. Abbiamo fatto una partita di grande determinazione ribattendo colpo su colpo alle giocate avversarie. Ho visto lo spirito giusto: abbiamo combattuto su tutte le seconde palle come avevamo preparato; peccato per il gol subito negli ultimi istanti, ma il calcio è fatto di episodi. Con questo atteggiamento sono sicuro che di partite ne perderemo poche».

Ciò che è forse mancato all’undici bresciano è forse un pizzico di coraggio, ma anche in questo caso il mister vede il bicchiere mezzo pieno. «Abbiamo avuto 2/3 occasioni importanti ad inizio ripresa che non siamo riusciti a sfruttare, ma la squadra ci ha provato. Purtroppo è stata punita da un calcio da fermo, mezzo e mezzo, che poteva anche non essere fischiato. La squadra, però, è stata brava a limitare un avversario molto forte concedendo pochissime opportunità».

Il tecnico, infine, si sofferma sulla compattezza del gruppo. «Cercare di coinvolgere tutti i ragazzi è uno dei miei primi pensieri perché è fondamentale dare un unico spirito alla squadra. La partecipazione deve essere totale da parte di tutti quanti. I play-off devono ancora esser conquistati matematicamente, ma sicuramente studieremo anche soluzioni diverse che ci possano rendere più imprevedibili nei 90 minuti».


© RIPRODUZIONE RISERVATA