Il circolo Sardegna di Como «Quei cori ci hanno offeso»
Alcuni cori e striscioni anche di domenica a Renate non sono piaciuti al circolo Sardegna di Como (Foto by Cusa)

Il circolo Sardegna di Como
«Quei cori ci hanno offeso»

La comunità isolana sul Lario si è sentita toccata dalla contestazione alla dirigenza azzurra

La dirigenza del Como com’è noto è sarda. E verso questi dirigenti sono partiti domenica a Renate e in questi giorni sui social network molti cori e insulti lanciati dai tifosi del Como.

Frasi che hanno indispettito una parte della comunità sarda residente in città. Tra cui il circolo culturale e ricreativo “Sardegna” di Como. Il presidente onorario Onorio Boi non ha tollerato gli insulti: «Sappiamo che erano cori mirati, però ci siamo sentiti offesi. I sardi a Como sono circa duemila: siamo molto ben integrati da decenni, siamo anche gemellati con la Famiglia Comasca e leggere queste cose non fa mai piacere. Tra i professionisti e le persone che contano nella società civile comasca ci sono tanti sardi. E noi, con la nostra associazione, siamo promotori di iniziative culturali e benefiche».

Boi ha poi ricordato che, nel corso degli anni, l’associazione ha avuto tra i suoi ospiti un sardo d’adozione come Gigi Riva e l’ex presidente della Repubblica, Francesco Cossiga.

© RIPRODUZIONE RISERVATA