Il Como e il caso Fall  Corda ancora scagionato
Ninni Corda, direttore tecnico del Como (Foto by Cusa)

Il Como e il caso Fall

Corda ancora scagionato

Caustico il commento del direttore tecnico: «Si chiude come deve essere l’ennesima pagliacciata»

La Corte federale d’appello ha respinto il ricorso della Procura federale contro l’assoluzione di Ninni Corda in merito al deferimento emesso in seguito ad alcune dichiarazioni rilasciate da Ameth Fall, la vicenda che aveva già portato all’inibizione di Felleca e per la quale appunto Corda era invece in primo grado già stato assolto.

La denuncia di Fall - diversamente dall’altra questione per cui Corda stesso era stato squalificato dalla disciplinare del settore tecnico, ottenendo poi una riduzione della squalifica – riguardava sostanzialmente i rapporti economici tra giocatore e società, Fall aveva patteggiato una squalifica di 16 giorni, Corda era stato scagionato.

La Corte d’appello ha dunque legittimato ancora le sue ragioni. «Si chiude come deve essere l’ennesima pagliacciata», ha commentato Corda. E la vicenda non avrà più seguito.


© RIPRODUZIONE RISERVATA