Sabato 12 Aprile 2014

Il Como fa le prove allo stadio

L’esultanza comasca a Venezia FOTO CUSA

Il Como ha preso le misure sul campo. Allenamento allo stadio ieri mattina, sul prato rimesso a posto durante queste settimane di lontananza dal Sinigaglia - l’ultima partita in casa risale praticamente a un mese fa -, un campo che senza dubbio Colella definisce «il più bello di tutto il girone». E su questo campo bisogna battere il Lumezzane. «Questo per noi è un match point, e abbiamo tutte le intenzioni di sfruttarlo. Vincendo metteremmo già un bel sigillo verso la qualificazione».

Per la partita di domani il mister dovrebbe riproporre Ardito centrale, con Ambrosini a destra e Marchi a sinistra. Come dire, Ambrosini è il sostituto designato di Giosa, ma nel caso che l’assenza dell’esperto difensore centrale si prolunghi, c’è anche un piano B. «Vedremo, è un ruolo che anche Andrea può fare bene, credo sia giusto riprovarlo».

In mezzo al campo, non stanno al meglio Bencivenga e Cristiani. Ma il test di rifiinitura potrebbe riabilitarli tutti e due. Anche perchè non ci sono nè Schenetti nè Gammone, e Palma non sta bene, certamente non sarà in campo. I cinque dunque potrebbero essere Bencivenga, Verachi, Fietta, Cristiani e Fautario. Con la coppia Altinier-Le Noci in attacco. Ma se uno dei cinque mancasse, potrebbe essere rispolverata la soluzione Le Noci trequartista.

© riproduzione riservata