Porro mantiene la linea  «Momento no, non crisi»

Porro mantiene la linea

«Momento no, non crisi»

Il presidente del Como conferma la sua fiducia a tecnico e squadra

«Non siamo in una crisi, è solo un momento di difficoltà». La pensa così Pietro Porro dopo questa doppia sconfitta del Como. «Non mi sembrano poi così lontani i giorni in cui stavamo in testa alla classifica e tutti parlavamo di squadra in piena corsa per la B».

Sì ma sta proprio qui il punto, che sta succedendo allora? «Se si sta parlando di squadra stanca, bisogna capire perchè. Se sia stanchezza fisica o mentale, la causa del problema va individuata immediatamente. E risolta il più in fretta possibile». Sempre piena fiducia in Colella? «Sempre, e avevo già detto che questa domanda non volevo più sentirla».

Ma nella vita le cose cambiano, come cambiano le posizioni in classifica, e magari anche i punti di vista. «Non il mio in questo senso. Non credo possano bastare un paio di sconfitte per vedere le cose diversamente. È molto più saggio analizzare la situazione con serenità. Velocemente, certo, perchè questo momento nero va fermato. Ma con serenità». Qualche dubbio sul valore della squadra? O meglio, sulla assoluta competitività della rosa? «Ribadisco, siamo gli stessi di un mese fa, quelli che sono arrivati in testa e che tutti dicevano poter essere tra le concorrenti per la serie B». Sopravvalutati, forse? «Non da noi».

Però gli scontri diretti con le avversarie hanno poi detto che il Como sta un passo dietro le primissime. E questo l’ha detto il campo, non sono opinioni... «E noi siamo a cinque punti dal primo posto, non mi sembra un divario così grande, siamo sempre lì. Nonostante questo periodo un po’ difficile siamo lì. Qualcosa vorrà dire, no?».

L’intervista completa a Pietro Porro su La Provincia di martedì 16 dicembre


© RIPRODUZIONE RISERVATA