Saladini, amministratrice e mamma «E ora abbiate a cuore i nostri figli»
Simona Saladini

Saladini, amministratrice e mamma
«E ora abbiate a cuore i nostri figli»

Non solo settore giovanile: «Smettiamola di fare polemiche, dobbiamo essere tutti uniti e pregare che il nostro Como vada in C»

«Smettiamola di fare polemiche, dobbiamo essere tutti uniti e pregare che il nostro Como vada in C». Dopo l’intervento del sindaco di Olgiate Simone Moretti parla anche un altro esponente politico locale, Simona Saladini, in questo caso però anche lei in veste di tifosa e in particolare di genitore di un ragazzo del settore giovanile del Como.

«Sarebbe bello vedere più collaborazione da parte dei comaschi, e meno critiche verso chi comunque si sta dando da fare per tenere in vita la nostra squadra, ricordandoci in che condizioni eravamo l’estate scorsa».

La Saladini si rivolge alla dirigenza, anche in merito alle questioni di questi giorni, «abbiate a cuore i nostri figli e fate scelte di buon senso per il settore giovanile. Per anni il calcio italiano non ha creduto nelle sue leve e ne paga le conseguenze, attenti quindi a quello che deciderete».

Pur volendo appoggiare il lavoro della attuale società, arriva però anche una frecciata al presidente Nicastro, «i cosiddetti cento giorni te li abbiamo concessi. O ci sei o ci fai. Siamo in Italia non in America e siamo al Nord, poche parole ma tanti fatti. Non fare americanate».

© RIPRODUZIONE RISERVATA